Come progettare un giardino: corsi e software

La nostra società si è per decenni dedicata con impegno alla progettazione di interni, che rappresentava l’evoluzione sociale, il benessere raggiunto: in una parola lo status di un individuo o di una famiglia. Negli ultimi decenni, invece, sta diventando sempre più rilevante l’attenzione dedicata agli spazi esterni che, da semplici corollari di quelli interni, sempre più si stanno sostituendo quali obiettivi primari della progettazione architettonica.

Il giardino viene inteso come luogo di svago e alternativa agli spazi pubblici, sempre meno presenti nelle città. In esso l’acquirente mette l’aspirazione a stare all’aria aperta, godere di una vista rilassante e coltivare fiori e piante: tutte attività che rendono le nostre giornate meno grigie e uniformi.

Di pari passo con l’interesse, è naturalmente sorta una catena di esperti, riviste, pubblicazioni e intere aziende che fanno della progettazione di spazi esterni la propria missing aziendale.

Quelle di garden designer e paesaggista o architetto del paesaggio sono tra le poche professioni in ascesa tra quelle legate alla progettazione di spazi. Il mondo legato all’open space è in pieno incremento.

Questo settore, che richiede conoscenze leggermente diverse rispetto a quello architettonico classico, necessita di una formazione precisa che non può essere approssimativa proprio perché la concorrenza sta diventando importante e anche perché le conoscenze richieste sono molteplici e vanno dalla progettazione all’individuazione di piante idonee allo spazio ed all’utenza.

Ecco un breve excursus delle professionalità richieste per la progettazione di giardini, i corsi di studio che fanno accedere ad esse e i siti di riferimento:

Il progettista di giardini

il progettista di giardini

Il progettista di giardini, o “Garden Designer” progetta, colloca e gestisce il verde ornamentale, prevalentemente in spazi privati oppure in piccole e medie aree pubbliche.

La sua specializzazione è inerente alla progettazione degli spazi più che alla cura delle piante. Il suo compito è anche quello di trovare soluzioni che, nel rispetto del contesto esistente, possano soddisfare i desideri della clientela. Deve, quindi, progettare e rinnovare senza svilire ciò che era già in loco.

Alla fase della progettazione seguirà quella della scelta delle piante, del tipo di vegetazione, dei colori che il giardino dovrà acquisire. Per questa fase del lavoro spesso il Garden designer collabora con florovivaisti e fioristi, preziosi nella progettazione di spazi verdi per la loro abilità a “vedere prima” i colori e le forme che il giardino acquisirà nello scorrere delle stagioni. Grazie al loro contributo, sarà possibile elaborare dapprima un progetto artistico e successivamente anche una planimetria.

Come si diventa Garden Designer? Il percorso è quello delle facoltà di architettura cui si devono aggiungere competenze inerenti la prospettiva degli spazi esterni, dei colori e la capacità di elaborare budget in base alle richieste specifiche della clientela. E’ necessario possedere anche, seppure in modo non specialistico, nozioni nella cura e manutenzione del verde ornamentale.

Corsi di studio per progettazione giardini

corsi di studio per progettazione giardini

In Italia uno dei centri più prestigiosi per formare tale professionalità è l’ISAD (Istituto superiore di architettura e design), con sede a Milano (http://isad-school.com/it), che offre un prestigioso master in Garden design.

Sempre a Milano, IDI (Italian design institute) offre un percorso di formazione professionale full immersion: https://www.italiandesigninstitute.com/notizia/83/come-diventare-garden-designer-i-segreti-di-una-professione-in-ascesa)

Oppure, ugualmente prestigioso, il Master degree in Garden design, offerto da NAD (Accademia del design), con sede a Verona (https://www.accademiadeldesign.com/)

Tra i siti di riferimento, oltre a quelli degli istituti già nominati:
http://www.mattjamesgardens.com/: sito di Matt James, uno dei Garden Designer più noti al mondo, operante in Gran Bretagna e docente di Gardening Design.

https://www.progettogiardinonline.it/io-garden-designer/: sito di Adriana Pedrotti, italianissima Garden designer di Lonato del Garda.

https://www.gardendesign.com: sito davvero completo sui tipi di giardino da realizzare e sulle piante che è possibile inserirvi. Presenta anche una parte dedicata alla vendita delle piante stesse, da cui è possibile fare acquisti sia perenni che stagionali.

L’architetto del paesaggio

l’architetto del paesaggio

Secondo la definizione dell’EFLA (Fondazione Europea per l’Architettura del Paesaggio), “il paesaggista è colui che pianifica e progetta paesaggi urbani e rurali nello spazio e nel tempo, sulla base delle caratteristiche naturali e dei valori storici e culturali del territorio.” Per quanto concerne la committenza privata, quindi, l’Architetto del Paesaggio interviene su parchi di grandi dimensioni, con una clientela di altissimo livello, oppure sugli spazi verdi di Hotel e strutture ricettive.

Corsi di studi per architettura del paesaggio

 

Per diventare Architetto del paesaggio, o Paesaggista, è necessaria una laurea in una materia afferente l’ambito. Molti atenei italiani offrono corsi di Architettura del paesaggio. Tra essi ricordiamo i corsi di:

  • Progettazione di giardini, parchi e paesaggio, Università di Torino.
    • All’Università di Pisa troviamo “Progettazione e pianificazione delle aree verdi e del paesaggio”.
  • Progettazione e gestione degli ecosistemi agro-territoriali, forestali e del paesaggio, Università di Bologna.
  • Architettura del paesaggio: Università di Roma La Sapienza; Università di Genova; Università di Firenze
  • Ecologia e pianificazione del paesaggio: Università di Palermo.

Software open source per la progettazione dei giardini

Per svolgere al meglio queste professioni, sono presenti sul mercato software pc di altissimo valore, che rendono le fasi, soprattutto di pura progettazione, più veloci e proficue ma ve ne sono anche, numerosi, gratuiti. La loro funzionalità è generalmente molto buona e sono di facile utilizzo. Di seguito ne proponiamo quattro tra i più diffusi e, a nostro giudizio, funzionali.

Google Sketchup, sofware che consente di costruire l’immagine 3D del progetto con visuale a 360 gradi. Consente di inserire modelli open source 2D e 3D di oggetti, piante, alberi e tutto ciò di cui un giardino necessita.

My garden. Si tratta di un’applicazione gratuita creata per progettare giardini ed impianti di irrigazione. E’ stata programmata da Husqvarna, importante marchio dedicato alla progettazione e realizzazione di spazi. L’applicazione è ospitata anche sul sito Gardena.com. Il tool funziona online, senza necessità di scaricare il programma, e consente di realizzare una mappa accurata dello spazio da progettare, inserendovi ogni elemento necessario.

Gardenpuzzle. Anche questa applicazione è gratuita. E’ progettata per disegnare on line giardini e spazi verdi. Non è necessario scaricare alcun programma sul computer. Consente di creare diverse visuali del giardino, aggiungendo non soltanto elementi vegetali ma anche case, gazebo, muri di cinta ed altri oggetti in muratura. L’utilizzo è abbastanza intuitivo e richiede poca pratica per adoperarlo. Contiene anche funzionalità per riconoscere i vari tipi di pianta e collocarle nel luogo ideale.

Marshall’s garden visualizer. Questo software offre risultati davvero eleganti e raffinati e consente di disegnare in modo accurato e realistico parchi, giardini e patii con un’ottima risoluzione e la possibilità della visualizzazione 3D. E’ un’ottima soluzione per i garden designer alle prime armi perché offre la possibilità di avere una visuale molto dettagliata. Contiene un vasto assortimento di pavimentazioni, piante e arredi da inserire nel progetto.

Riviste di settore

riviste di settore

Più o meno tutte le riviste afferenti al settore dell’architettura offrono spunti frequenti sulla progettazione di giardini. Ve ne sono alcune, però, dedicate a questo ambito in modo specifico e che rappresentano uno strumento utile e continuamente aggiornato per operare. Se ne trovano sia in cartaceo che in formato digitale.

– Abitare. E’ una delle riviste più prestigiose del settore. Pubblicata dal 1961, offre in ogni numero spunti e ricerche sulle ultime tendenze. Ospita anche articoli sul Garden design, accurati come da tradizione della testata.

– Giardini e ambiente. Rivista dedicata in modo particolare alle piante, presenta anche articoli accurati sui giardini e la loro progettazione.

– Ville e giardini. Storica rivista italiana, che offre articoli approfonditi sia sulle piante sia, soprattutto, sui siti privati più interessanti sotto l’aspetto della progettazione di giardini.

– Ville e casali. Altra prestigiosa rivista, dedicata ad un pubblico molto selezionato. Disponibile sia in cartaceo che via web, propone in ogni numero una sezione dedicata alla progettazione di giardini, oltre a mostrare i più riusciti.

Lascia un commento