Come realizzare un giardino fai da te: regole e idee

Creare un giardino è il desiderio di molti. In molti pensano che questa attività sia costosa e difficile da realizzare, ma in verità bastano pochi passaggi ed un piccolo investimento in denaro per realizzare un giardino fai da te.

Soprattutto in questo delicato periodo di pandemia che ha colpito il mondo intero molte persone si sono accorte di quanto sia importante possedere un giardino domestico.
Si tratta infatti di un’importante valvola di sfogo verso l’esterno che, con i giusti accorgimenti, può essere sfruttata non solo in estate ma anche nelle stagioni intermedie se non in inverno.
Progettare un giardino significa rendere lo spazio quanto più funzionale possibile in base al budget a disposizione e al tipo di contesto nel quale questo si inserisce.

Cosa significa realizzare un giardino “fai da te”?

La realizzazione dell’area verde perfetta può avvenire attraverso il fai da te se si possiede una certa esperienza e un occhio critico, oppure affidandosi a un vero e proprio professionista del settore, che sappia calibrare gli spazi in maniera corretta e disporre gli elementi secondo criteri gradevoli alla vista ed esatti dal punto di vista geometrico.

Perché è importante avere un giardino nella propria casa?

Dotare la propria abitazione di un giardino aumenta certamente il valore dell’immobile, poiché sarà possibile godere di uno spazio privilegiato all’esterno ricco di diversi comfort, dove rilassarsi dopo le lunghe giornate di lavoro.
Indipendentemente dai metri a disposizione, è possibile realizzare un lavoro accurato e grazioso, utilizzando dell’erba vera, delle piante ornamentali e dei complementi di arredo che possano occupare l’area senza risultare troppo invadenti.

I più piccoli avranno la possibilità di giocare all’aria aperta senza necessariamente raggiungere luoghi lontani, mentre gli adulti godranno del susseguirsi delle stagioni leggendo un buon libro o cenando all’esterno in compagnia degli amici o delle persone care.
Se il budget a disposizione lo consente, inoltre, è possibile installare piscine per divertirsi tutta l’estate o strutture coperte dove mangiare e assaporare ombra e fresco.

Scegliere una casa con giardino si rivela sempre un’idea vincente, che richiede però una serie di accorgimenti per regalare i suoi numerosi vantaggi. (Garden design)
È un vero peccato non sfruttare pienamente la zona, lasciandola priva di cura e trascurata.

Idee giardino piccolo fai da te: cosa scegliere

Se siete alla ricerca di una strategia valida per realizzare un giardino elegante, raffinato ma allo stesso tempo intimo e accogliente, non dovete fare altro che seguire una serie di accorgimenti generali che sono validi per ogni soluzione e metratura, facendo attenzione a non eccedere troppo per evitare che la zona risulti eccessivamente carica di oggetti.
Come per l’arredamento di interni, il suggerimento è quello di utilizzare un numero limitato di elementi che siano però funzionali e in grado di catturare lo sguardo non appena varcata la soglia.

Scelta stilistica

Abbiamo già avuto modo di conoscere le varie tipologie di giardino esistente, quindi se decidete di ispirarvi a una di queste cercate di mantenere sempre lo stesso stile in tutti gli elementi selezionati.
Sarebbe un vero peccato rovinare l’intera composizione con componenti che non si accordano perfettamente tra loro e risultano distoniche allo sguardo.

Per questo motivo è sempre opportuno farsi un’idea precisa di come dovrà essere realizzata l’area verde, progettando ogni zona nei minimi dettagli così da non cedere troppo all’improvvisazione.
Ciò non significa rimanere troppo rigidi nelle proprie posizioni e non poter inserire un oggetto che ci piace, semplicemente optare per una linea e cercare di seguirla con attenzione.

Questo coinvolge non solo i complementi di arredo e la disposizione delle aiuole, ma anche le piante che si andranno a installare, che devono essere sempre verdi e rigogliose per evitare un effetto sciatto e trascurato.

Utilizzo degli spazi

Qualsiasi sia la metratura del vostro giardino, lo sfruttamento corretto degli spazi è essenziale per cercare di valorizzare le zone maggiormente riuscire e nascondere invece quelle che ancora necessitano di qualche accorgimento.

Le tendenze più moderne amano creare delle aree appartate dove poter conversare, leggere o mangiare con le persone care, che siano ben riconoscibili e distinte dal resto.
È come se il giardino venisse diviso in settori e ognuno acquisisse una sua funzione specifica all’interno di un contesto globale, da mantenere secondo criteri armonici.

La parola chiave è infatti proprio armonia, poiché ogni elemento decorativo deve sposarsi perfettamente con gli altri e inserirsi all’interno del contesto paesaggistico senza risultare invadente o distonico.
Infine, è possibile circoscrivere le singole aree con espedienti originali, come lanterne e candele che non solo creano la giusta atmosfera ma sono in grado di illuminare con delicatezza realizzando un clima intimo e informale.

Inserimento di eventuali piscine, fontane o statue

Una serie di statue anticheNell’immaginario collettivo il giardino perfetto è certamente dotato di una piscina dove poter godere di qualche ora di meritato riposo durante il tempo libero.
Numerose sono le soluzioni a vostra disposizione, che partono dalla classica vasca interrata che possiede sempre un fascino superiore alle altre.

I costi sono superiori alle varianti che richiedono lavori meno importanti, poiché per installare un modello di questo genere è necessario scavare e livellare il terreno nella maniera corretta.
Si tratta di una soluzione che si adatta perfettamente a ogni genere di stile prescelto, da quello classico a quello moderno, perché il risultato dipende dal tipo di materiali scelti per le rifiniture.

Coloro che non desiderano spendere cifre elevate possono optare per una piscina esterna, da realizzare servendosi di materie ugualmente gradevoli alla vista.
Molto interessante è la versione che prevede una copertura in legno, da poter utilizzare anche per prendere il sole sdraiandosi sulla superficie.

Una volta terminato l’inserimento degli elementi principali, è possibile proseguire con ornamenti diversi, come statue di varie dimensioni ispirate all’antico ma anche al moderno se lo stile prescelto è quello.
Un esperto del settore saprà consigliarvi come disporle nella maniera migliore, creando aree simmetriche e ottimizzate dal punto di vista visivo.

Realizzare un giardino perfetto richiede un certo impegno e soprattutto una notevole costanza nella manutenzione, ma le soluzioni sono numerose e da valutare in base al budget e al gusto personale.

Seguendo tutti gli accorgimenti citati avrete modo di ospitare i vostri amici in uno spazio grazioso e raffinato, che li metta a proprio agio in tutte le situazioni e gli consenta di conversare tra loro in un clima piacevole e rilassante.

Come si realizza un giardino fai da te perfetto?

Giardino piccolino ma molto verde e curatoEsistono alcune regole generali che aiutano a rendere la composizione decisamente più armonica e funzionale.

In primo luogo il consiglio è di rispettare la fisionomia del paesaggio, inserendo degli elementi che possano richiamare lo spazio circostante.
Se, ad esempio, possedete una villa in campagna, sarebbe interessante dare seguito alla natura bucolica del circondario, senza utilizzare degli elementi troppo moderni e distonici.
Successivamente è opportuno chiedersi quali sono i propri bisogni funzionali e che tipo di uso si intende fare dell’area verde.

Qualsiasi sia la soluzione prescelta, è opportuno valutare con attenzione gli spazi a disposizione e la loro conformazione, andandoli ad occupare correttamente senza rendere la zona troppo piena o al contrario eccessivamente vuota.
Per una metratura ampia serviranno infatti piante di grandi dimensioni o alberi da frutto, mentre con misure inferiori sarà meglio limitare gli inserimenti.

Solo dopo aver scelto gli elementi vegetali fondamentali è possibile procedere con la selezione dei mobili da esterno. Non dimenticate di inserire anche piccoli oggetti decorativi che parlino della vostra personalità, come lanterne luminose, candele, cuscini comodi e un’illuminazione adeguata che sappiano valorizzare le zone.

1) Progettare il proprio giardino

La prima cosa da fare è decidere lo spazio dedicato al giardino e ragionare sulla progettazione del giardino e su come si intende realizzarlo. Esistono numerose tipologie di giardino, che seguono diversi stili, ma si deve sempre considerare il clima e l’ambiete in cui sarà realizzato. E’ buona norma dotarsi fin da subito di carta millimetrata e matita. Con un foglio devono essere delimitate le aree del giardino, come le aiuole e le linee dove saranno piantati gli alberi.

Al contempo se si decide di destinare una parte del giardino al relax o altre attività che necessitano arredamento, è bene fin da subito avere un’idea di dove sarà posizionato. Inoltre si devono pensare in precedenza certi particolari come gli accessori, eventuali pavimentazioni in linea con lo stile della casa, contenitori per le piante come vasi o fioriere ed altri elementi che valorizzeranno il giardino.

Un consiglio è quello di prevedere fin da subito l’installazione di un buon sistema di irrigazione, che permette di risparmiare tempo e soldi. Se ne trovano molti a prezzi convenienti, capaci di irrigare giardini anche di medie dimensioni.

Da non dimenticare è il sistema di illuminazione, per godere di questo spazio della casa anche di notte. Il periodo migliore per iniziare l’opera è ad inizio Primavera, stagione in cui si piantano numerose sementi e che permette una maggiore facilità di eseguire i lavori grazie alle giornate di bel tempo.

2) Preparare il terreno

I primi interventi riguardano il terreno. Questo è uno degli elementi più importanti per la salute delle piante e necessita di cure in diversi periodi dell’anno.

preparare terreno giardinoE’ necessario pulire bene il giardino, tagliando l’erba e rimuovendo eventuali scarti e fogliame presenti nell’area. Se nello spazio vi sono già arbusti o alberi che si vogliono mantenere, si deve avere cura di potarli accuratamente e trattarli con prodotti specifici al fine di eliminare ospiti sgraditi e parassiti, che possono in un secondo momento infestare il giardino.

Devono essere eliminate anche le radici delle piante morte ed eventuali sassi di grandi dimensioni. Questi potranno essere utilizzati in un secondo momento per delimitare meglio gli spazi. Prima di piantare il prato è necessario arieggiare il terreno, muovendo la terra. La stessa operazione deve essere ripetuta su tutto il giardino, dissodando il terreno al fine di arieggiarlo e permettere una idratazione migliore.

La terra va anche zappata con cura, non tralasciando nessuna parte. Queste operazioni vanno eseguite non solo quando si realizza un giardino, ma almeno due volte all’anno. Una volta che si è deciso quali piante faranno parte del nostro giardino, si deve concimare in maniera appropriata.

Ci si può dotare di strumenti low-cost capaci di misurare il PH e la quantità degli elementi presenti nel terreno. Ogni vegetale ha le sue esigenze ed in questo modo avranno fin da subito tutti gli elementi nutrizionali d cui hanno bisogno. E’ bene utilizzare del concime a rilascio graduale così che sia la pianta ha sfruttarlo al momento del bisogno.

3) Consigli per la messa a dimora ed installazioni

Per terminare la preparazione del terreno è necessario renderlo regolare, specie negli spazi dove si intende installare gazebo o eventuali pavimentazioni in legno.

Per farlo si deve utilizzare un rullo, ma in mancanza di questo si deve provvedere con una vanga a battere le parti irregolari.

Costerà un po di fatica, ma è un intervento necessario per evitare disagi in seguito. Nello stesso momento si provvederà ad installare gli strumenti elettronici per l’illuminazione del giardino. Non è necessario creare un sistema elettrico all’avanguardia, ma qualche faretto per illuminare i passaggi ed altre luci sono essenziali.

Prima di interrare le piante, si possono con dei legnetti o altri strumenti delimitare gli spazi, così da non commettere errori. Inizialmente si metteranno gli alberi a dimora nel terreno, poi di seguito gli arbusti e le piante di fiori, che dovremmo aver scelto in precedenza.

Con una corda o un lungo nastro si deve cercare di rispettare la simmetria delle linee, evitando di piantarli in maniera casuale e confusionaria.

Quando sarà terminata la messa in dimora delle piante, si deve provvedere ad istituire dei sentieri o delle porzioni dedicate al transito con della ghiaia o altre pietruzze. In alternativa si possono utilizzare assi di legno, che devono però essere ben poggiate al terreno, o arbusti e siepi.

Questa operazione permette di evitare che si rovini il prato. Prima di provvedere alla semina del prato, si devono installare tutte le componenti aggiuntive che si desiderano: fontane, gazebo, piccole piscine, tavoli e sedie devono essere messe nel giardino in via definitiva. In tal modo in pochissimo tempo vedremo fiorire il nostro giardino fai da te.

4) Costi per realizzare un giardino fai da te

Realizzare un giardino fai da te è una attività molto bella, capace di regalare emozioni tanto in fase di realizzazione, quanto in seguito ovvero nel momento in cui si potrà godere di questo spazio. Anche se il risultato non sarà uguale alle aspettative, si potranno sempre correggere eventuali errori o aspettare che siano le stesse piante ad organizzare il loro spazio.

Sempre meglio avere comunque la giusta visione di ciò che si sta facendo. Il prezzo è molto variabile e dipende principalmente dalle specie di piante che si intende mettere a dimora, lo stile a cui ci si ispira ed eventuali componenti di arredo ed architettonici.

Questi ultimi possono far salire di molto il prezzo, ma possono anche essere introdotti in un secondo momento: un giardino è qualcosa da far crescere giorno dopo giorno, con costanza ed amore. Il costo medio è inferiore a 1000 euro.

Questa è la cifra base per chi parte da zero. Sono necessari per l’acquisto degli strumenti per effettuare i lavori, delle piante e dei concimi. La cifra sale leggermente se si intende installare un sistema di irrigazione (sia che si tratti di irrigazione a goccia sia che si tratti di impianto di irrigazione interrato), ma come detto in precedenza è un investimento che nel tempo si ripaga da solo.

5) Quanto costa affidarsi a un architetto paesaggista invece che fare da sè?

Quando si tratta di arredare in maniera funzionale e gradevole il proprio giardino molto spesso non si sa nemmeno da dove iniziare.
Il rischio è quello di calibrare male gli spazi e ritrovarsi con una sovrabbondanza di elementi che non legano affatto bene tra loro.

Per questo motivo sarebbe interessante ingaggiare un architetto paesaggista, che sappia creare una soluzione di continuità tra l’ambiente circostante e il vostro spazio verde.
Il costo di una figura professionale di questo genere parte dai 1000 euro circa e arriva fino ai 5000, togliendo il prezzo del materiale che dipende dal tipo di finitura che avete deciso di dare all’ambiente.

Se lo spazio posseduto è molto ampio e difficile da gestire è importante ottenere una sistemazione iniziale che possa darvi un’idea di come proseguire in autonomia, aiutandovi a scegliere gli elementi decorativi, le piante ideali per il clima e la conformazione dell’area e i mobili per realizzare delle zone conversazione rilassanti e piacevoli per tutti i vostri ospiti. L’esborso di denaro verrà in parte ripagato da un risultato ottimale, capace di soddisfarvi non solo nel breve ma anche nel lungo termine.

Giardini idee da copiare, dalle tipologie di giardini esistenti

Un vero professionista del settoresaprà indicarvi alcuni modelli di giardino che attualmente vengono realizzati, così che possiate seguire uno schema preciso e funzionale senza sbagliare nella sistemazione di piante e complementi di arredo.

– Giardino all’italiana

Tunnel in un giardino all'italianaDetto anche Giardino Formale per il rigore e la precisione delle sue linee, incontriamo esempi di questa tipologia in alcune delle aree verdi più belle del nostro paese, come ad esempio i Giardini di Bobboli.
Ciò che contraddistingue tale variante è l’eleganza e la raffinatezza con le quali sono suddivisi gli spazi, che seguono criteri estetici ben precisi e forme geometriche realizzate secondo i parametri della simmetria.

Ogni elemento si trova esattamente equidistante dall’altro e non sono previsti inserimenti originali che possano compromettere la perfezione della composizione.
Si tratta di un luogo meraviglioso dove passeggiare e intrattenere ospiti, caratterizzato da arbusti, piccole siepi tagliate con cura, aiuole fiorite e componenti decorative come fontane o statue di varie dimensioni.
È possibile realizzare una situazione di questo genere anche in realtà meno ampie, ma tuttavia deve essere presente una metratura di una certa dimensione affinché il risultato sia davvero soddisfacente.

– Giardino moderno

Negli ultimi anni ci siamo abituati a vedere sulle riviste un numero sempre maggiore di giardini moderni, caratterizzati da piante ornamentali alte e slanciate di origine esotica, salottini funzionali e allo stesso tempo raffinati ed eleganti percorsi pedonali, realizzati con materiali attuali come la pietra lavorata, e aree verdi dalle dimensioni più o meno consistenti.

Le linee che vengono seguite sono decisamente meno rigorose e più tondeggianti e tutti i complementi di arredo sono disposti in modo da creare delle aree conversazione o svago senza rispettare troppo la simmetria.
Un ruolo fondamentale è rivestito in questo caso dall’illuminazione, che si serve di fari led di ultima generazione e corpi illuminanti che fungono da elementi decorativi e focus dello spazio.
Non sono presenti statue che richiamano i tempi antichi ma solo poche soluzioni che però catturano lo sguardo con originalità.

– Giardino alla francese

Come linee e stile richiama il giardino all’italiana, ma in realtà il rigore e la geometria in questo caso sono rispettati ancora maggiormente anche per quello che riguarda il terreno e la sua conformazione.
Se nel caso sopracitato è possibile ottenere un ottimo risultato anche in presenza di pendii e colline, nel giardino alla francese è impossibile avere dislivelli, poiché le aiuole colorate e fiorite seguono una precisa logica da rispettare al centimetro.

Si alternano piante autoctone potate ogni volta che è necessario con altre specie più rare, capaci di sopravvivere agevolmente al clima nel quale vengono inserite.
Molto importante è la funzione del viale centrale, ampio e imponente, che consente di attraversare nel mezzo una natura rigogliosa dove però nulla è lasciato al caso e l’elemento naturale si fonde con continuità con quello artificiale.

Anche in questa tipologia è opportuno che lo spazio a disposizione sia piuttosto grande, così da consentire la creazione di zone simmetriche da una parte e dall’altra.

– Giardino rinascimentale

Giardino all'italiana in stile rinascimentoQuesta variante si pone in una posizione di continuità con quella all’italiana e quella francese, richiamando sempre i concetti di ordine, precisione e simmetria.
Il giardino rinascimentale si pone in perfetta continuità con lo spazio circostante, caratterizzata da recinzioni perimetrali molto basse per consentire allo sguardo di vagare senza alcuna limitazione.

Un ruolo fondamentale è rivestito dagli elementi decorativi di notevoli dimensioni, come le fontane dai giochi d’acqua affascinanti, le statue con richiami all’antico e alla storia, le panchine in stile classico e le colonne per sostenere il porticato.

Un esperto del settore saprà riproporre questa tendenza per la zona esterna della vostra casa, realizzando in piccolo un angolo verde sfarzoso e ricco di fascino, dove potersi rilassare immergendosi in un clima di altri tempi.
Il rischio è di riempire eccessivamente gli spazi con le varie componenti, quindi fate molta attenzione a non sovraccaricare troppo lo spazio.

Idee originali per abbellire un giardino fai da te

Se non si ha a disposizione questa cifra ci sono altre idee carine, che possono trasformare uno spazio vuoto in un bellissimo giardino.

Giardino fai da te con sassi e rocce

Molto apprezzati sono quelli di rocce, ma non ci si deve far ingannare: anche questo ha un suo prezzo. I massi ed i sassi che compongono gli spazi ed i disegni non sono scelti a caso, ma sono ideali per questo stile. Vengono venduti nei negozi specializzati e comportano una spesa di poco inferiore a quella di un classico giardino.

Giardini zen e minimal

I giardini zen permettono di dare un tocco di quiete e calma alla propria dimora. Non necessitano di una particolare irrigazione e vengono valorizzati da piante grasse o sempreverdi, che ne esaltano il lato zen e minimal, classico dei paesi orientali. Se il sistema di illuminazione è troppo costoso, meglio sostituirlo con candele o strumenti elettrici ad energia solare.

Idee per l’arredamento del giardino: decorazioni giardino fai da te

Poiché la spesa maggiore riguarda gli elementi di arredo ed architettonici, ci sono numerosi sistemi per riciclare oggetti, che possono diventare elementi di design del giardino. In tal modo si possono scegliere pneumatici, lavabi, vasche da bagno in disuso o cassetti di legno per creare splendide e colorate fioriere. Se il loro stato è corroso o arrugginito, con una bomboletta spray o delle pittura idrorepellente si potranno dipingere a piacimento.

Arredo giardino fai da te riciclo

Bottiglie di plastica, tazze rotte o piccoli oggetti a basso costo possono diventare vasi con i quali personalizzare l’ambiente. Le travi di legno riciclate o la ghiaia del torrente vicino casa sono utilissimi per delineare sentieri o ricavare zone dove prendere il sole sdraiati in pieno relax.

Idee per sedie e tavolini fai da te

Se nel nostro budget non rientrano sedie, poltrone e tavolini, sul web ci sono numerosissimi siti che mostrano come realizzarle attraverso i pallet. Il loro recupero creativo è diventato molto di tendenza negli ultimi anni e vengono utilizzati anche in locali di classe. Alcune aziende si sono proprio specializzati nella costruzione di arredamenti in pallet, ma realizzarli è davvero molto semplice.

Sculture e oggetti per il giardino fai da te

Piccole sculture in legno, cassette di legno ed oggetti in ceramica possono diventare lo spazio ideale per dare da mangiare agli uccelli o per personalizzare con eleganza il giardino.

Giardini verticali

Qualora non si abbia abbastanza spazio, si può sfruttare la parete di un balcone per creare un giardino verticale. E’ molto semplice da realizzare. Bastano delle cassette di legno, dei pallet o delle bottiglie di plastica in cui faremo nascere delle piante, e sistemarle in verticale, attaccandole con del fil di ferro per avere un bellissimo giardino verticale, molto low cost.

I vantaggi di un giardino fai da te

Alcune persone non amano affatto sottostare a delle regole precise nell’allestimento dello spazio e preferiscono seguire il proprio gusto e istinto per arredare il proprio giardino.
In tal caso è possibile sbizzarrirsi con la fantasia e inserire elementi decorativi che parlino della vostra personalità e della storia che avete vissuto.

Via libera a cuscini colorati, lanterne, eleganti salottini o luoghi di conversazione più casual, a seconda delle inclinazioni e delle occasioni che capitano più spesso.
Anche per quanto riguarda la vegetazione in un giardino fai da te è possibile optare per esemplari più semplici da coltivare e specie rare ed esotiche, da alternare nelle varie zone creando un gioco di dinamismo con le piante.

Se avete la fortuna di possedere una piscina esterna, non dimenticate di dotarla di comodi lettini per godere a pieno del sole, e di mantenerla sempre pulita e ordinata, poiché una vasca trascurata compromette irrimediabilmente l’intero risultato.

Lascia un commento