Potatura albicocco: come e quando farla

L’albero di albicocche appartiene alla famiglia delle drupacee, termine tecnico che viene attribuito al gruppo di alberi da frutto che producono frutti chiamati drupe. Essendo un albero da frutto, la fioritura dell’albicocco si rivela essere molto abbondante e spesso in anticipo, il che espone i germogli e i fiori alle eventuali gelate primaverili.

La crescita vegetativa dell’albicocco è divisa in intervalli più o meno regolari, a ciascuno dei quali corrisponde un ritmo di crescita diverso. Data la velocità dello sviluppo nei mesi primaverili, è bene controllare con la pratica della potatura lo stimolo vegetativo e orientare la parte superiore dell’albicocco verso una forma ottimale per la nascita di germogli laterali.

Potatura albicocco: come farla correttamente

Idee Giardino, potatura albicocco: farla correttamente

La potatura di un albero da frutto è una pratica essenziale per un corretto sviluppo della pianta, ma non sempre si rivela un processo facile e comprensibile da tutti. Ecco gli steps da seguire per eseguire una corretta potatura dell’albicocco:

La prima potatura dell’albero è di fondamentale importanza poiché conferisce la forma da te desiderata che il sistema dell’albero svilupperà per il resto della sua vita. Solitamente la prima potatura procede ad un’altezza che va dai 30 cm ai 2 metri, ma la forma può essere regolata dalle tue preferenze.

Dopo la prima potatura si procede con l’eliminazione di tutti i rami secchi o improduttivi, che facendo ombra, non lasciano passare luce solare ai rami sottostanti.

Si procede anche con la potatura dei rami curvi o misti, dalla forma non regolare poiché crescono vigorosamente ma senza produrre germogli e frutta.

Un consiglio molto importante che devi tenere a mente è lo stile del taglio. La pianta dell’albicocco è molto lenta a cicatrizzare le ferite, quindi e bene tagliare in modo obliquo il ramo da potare e successivamente coprire la ferita con una miscela di acqua e colla vinilica, oppure con del mastice.

La portata della linfa è maggiore quando i rami crescono verticalmente, ed è minore quando crescono curvi o orizzontalmente. Gli apici dei rami sono il punto più linfaticamente attivo dell’organulo produttivo. Ciò significa che se all’apice del ramo non vi è una gemma il flusso di linfa non si distribuisce correttamente e il ramo avrà difficoltà a produrre.

Tipologie di potatura dell’albicocco

Idee Giardino, tipologie potatura dell\'albicocco

Esistono due procedure per potare un albero di albicocche:

La potatura di allevamento è la potatura che viene effettuata nei primi anni di vita dell’albicocco, ed è anche detta potatura di formazione.

La sua funzione è stabilire un corretto sviluppo della struttura della pianta. Si usa per conferire all’albero un aspetto estetico e sano.

La potatura di produzione è la procedura utile alla produzione di frutta. Dopo il quarto anno di vita, la potatura da allevamento pu; essere sostituita. Questa potatura consiste nel taglio dei rami più esterni per conferire alla pianta una forma ottimale per l’assorbimento della luce solare. La capacità fruttifera dell’albero dipende dai rami laterali, che se ostruiti da rami secchi o improduttivi rischiano di non svolgere la loro attività produttiva in modo corretto.

Con il progredire della vita, l’albero aumenta progressivamente la sua attività produttiva.

Potatura albicocco: quando farla

Idee Giardino, potatura albicocco: quando farla

Il periodo dell’anno in cui è consigliato procedere con la prima potatura è la fine dell’inverno, dove si tagliano in modo moderato e poco invasivo i rami fuori posto.

La potatura verde, così perché effettuata nel periodo primaverile. Questa procedura è da effettuarsi alla fine della primavera poiché inizia il periodo produttivo della pianta. L’albero di albicocche è originario dell’Asia e il suo periodo di crescita è tra il mese di marzo e la fine di giugno dove le gemme e i fiori sono interamente sviluppati.

La potatura estiva è un tipo di procedura meno comune che è offerta solo in casi particolari. gli alberi da frutto in questi mesi possiede diversi rami produttivi ma alcuni potrebbero aver sviluppato forme che impediscono la corretta affluenza della linfa. Il taglio estivo quindi prevede l’eliminazione dei rami improduttivi. Oltre ai rami improduttivi, anche rami danneggiati o attaccati da parassiti possono essere eliminati durante questo periodo dell’anno.

La potatura secca viene effettuata nei mesi invernali. La procedura ha come obbiettivo il mantenimento di una forma corretta della pianta nei mesi invernali in cui la crescita diminuisce. Tuttavia, proprio perché la produttività dell’albero rallenta, ferite troppo drastiche rischierebbero di ammalare la pianta o di ucciderla. Il periodo indicato è settembre per le zone in cui il clima è mite mentre il mese di ottobre è consigliato per le zone in cui gli inverni sono più rigidi e le temperature scendono di molto.

Quando l’albero è abbastanza maturo da riuscire a produrre frutta, il periodo ottimale per la potatura è quella del post-raccolta. Solitamente la raccolta avviene nel mese di luglio e può essere seguita da una potatura di rifinitura in cui si piegano i germogli e si gestiscono i succhioni. Questa potatura prepara l’albero all’avvento dei mesi invernali, proteggendolo da gelate e attacchi di parassiti.

Perché è importante la potatura dell’albicocco?

Idee Giardino, perché è importante potatura dell\'albicocco

L’albero di albicocche è una pianta asiatica che si adatta bene ai climi temperati ed è caratterizzata da periodi in cui lo sviluppo vegetativo è copioso e abbondante.

Le fioriture sono ricche e la produzione di frutta è molto efficiente. Tuttavia, proprio perché è una pianta che si adatta bene al clima temperato, è comune che crescano rami dalla forma non efficiente. Questi rischiano di compromettere la produttività dei rami sottostanti e di rovina il raccolto. La potatura si rivela essere una procedura essenziale per la riuscita del raccolto di questo albero. Inoltre la presenza di parassiti che attaccano la pianta richiede la potatura selettiva dei rami infetti. Per ultima ma non per importanza, l’estetica dell’albero gioca un ruolo molto importante, specialmente per chi coltiva l’albicocco in giardino.

La potatura della chioma rende l’albero simmetrico, che oltre a ripagare di piacere il coltivatore, cresce in maniera corretta per consentire un’abbondante produzione di fiori rosati, germogli e squisite albicocche.

Lascia un commento