I parchi tematici sono l’impronta verde all’interno delle aree urbane.
La loro funzione non è solo estetica o ricreativa. Questi spazzi incidono fortemente sulla qualità della vita ambientale e sociale delle nostre città.
Che siano pubblici o privati, le aree a verde di dimensioni elevate fanno parte del patrimonio collettivo e vanno incentivate e protette.

I parchi tematici seguono degli schemi progettuali precisi in funzione del “tema” che si vuole rappresentare. Esistono parchi tematici musicali, letterari e parchi botanici con ambientazioni specifiche territoriali.
Anche il parco botanico è un parco tematico e il suo scopo è prevalentemente didattico oltre che ricreativo.
In questi parchi è la collezione di specie vegetali ad essere al centro della progettazione del verde. Proiettando il visitatore in un viaggio naturalistico intorno al mondo.

Le ambientazioni paesaggistiche nei parchi botanici devono ricreare aree naturali che rappresentano i luoghi di origine delle piante inserite.
Non basta quindi mettere in opera la pianta e il relativo cartellino di riconoscimento. Occorre ricostruire un’ambiente naturale con le sue rocce, la sua sabbia, le sue piante, i suoi colori e le sue suggestioni.
La cura dei materiali, l’inserimento delle piante e tutti gli elementi organici e inorganici devono concorrere alla ricostruzione paesaggistica.

Non ultimi citiamo i parchi ecosistemici. Spazi a verde in cui la naturalità dei luoghi si esprime con una elevata biodiversità e una forte capacità attrattiva nei confronti della fauna selvatica.
Anche in questi parchi la funzione didattica e di osservazione naturalistica è al centro del progetto. Rappresentando delle vere e proprie oasi di alto valore paesaggistico e alta valenza ricreativa.

Planeta è un punto di riferimento per la progettazione territoriale su grande scala ed è in grado di collaborare con architetti, urbanisti e pianificatori.
Il nostro ufficio tecnico è a disposizione per tutte le informazioni tecniche e la richiesta di preventivi.