Perenni da fiore e piante sempreverdi

I fiori perenni colorano il giardino tutto l’anno. Planeta srl offre un’ampia varietà di fiori adatti per realizzare aiuole e zone fresche o umide.

Piante uniche nel loro genere utilizzate per aumentare l’effetto scenografico di un’opera a verde, per dare forza ad un ambiente di rappresentanza, per arricchire un giardino esistente. Richiedi informazioni dal modulo di contatto in fondo a questa pagina.

Perenni da fiore e piante sempreverdi: cosa sono e come riconoscerle

Le piante sempreverdi si contraddistinguono poiché, proprio come suggerisce l’etimologia del termine, non perdono le foglie durante le stagioni più ardue.

A contrario delle piante caducifoglie, infatti, le piante sempreverdi effettuano un ricambio del fogliame graduale e pertanto tendenzialmente impercettibile, rinnovando le proprie fronde di tempo in tempo, con una costanza differente a seconda della specie; di solito questo cambiamento è più visibile soprattutto in prossimità della nascita delle nuove gemme, oppure in corrispondenza dei cambiamenti climatici.

La maggior parte delle piante sempreverdi, chiamate spesso anche piante perenni, poiché hanno solitamente un ciclo di vita più lungo di due anni, hanno caratteristiche legnose e si suddividono perlopiù in arbusti, cespugli e alberi di medie e grandi dimensioni.

Tra le piante sempreverdi più comuni ritroviamo la maggior parte delle conifere aghifoglie, come i pini e gli abeti, ma anche moltissime latifoglie, come l’ulivo e l’alloro, ed un esiguo numero di piante perenni da fiore, di cui molte note universalmente per le loro preziose proprietà officinali.

In ogni caso, si tratta di piante particolarmente resistenti, che tendono a crescere in maniera rigogliosa sia in presenza di temperature rigide e climi secchi, sia in luoghi tropicali ricchi di umidità. Proprio questa presenza in contesti diametralmente opposti dimostra l’effettiva capacità di queste piante di adattarsi con facilità alle condizioni climatiche del luogo in cui vivono, senza risentire in maniera invasiva dei loro effetti.

Perché scegliere le piante sempreverdi perenni da fiore per il proprio giardino

Proprio perché tendono a rimanere rigogliose per tutto l’anno, le piante sempreverdi sono particolarmente adatte per la decorazione di giardini ed aiuole, specie in previsione dell’arrivo delle stagioni più fredde.

Piantare dei sempreverdi può essere infatti la soluzione ideale per poter ammirare un giardino vigorosamente verde anche durante i mesi più rigidi dell’anno.

Difatti, soprattutto in vista dell’inverno, si fa solitamente fatica a pensare di poter creare un allestimento che risulti colorato e al contempo resistente anche a quelle che sono le temperature più proibitive, eppure non si tratta di un’impresa impossibile; basterà pianificare una disposizione che comprenda la presenza di piante perenni da fiore, in grado di donare un tocco vivace al nostro giardino, anche d’inverno.

Piantare cespugli bassi e piccoli arbusti appartenenti a questa famiglia può rivelarsi anche uno stratagemma utile per coprire quelle zone poco rigogliose che si vanno naturalmente a creare quando le piante caduche presenti nel nostro giardino entrano nella loro fase di abscissione.

Inoltre, la tendenza tappezzante o rampicante di molte sempreverdi dai fiori colorati, ci permette di creare aiuole rigogliose e composizioni verticalizzate davvero sceniche anche in poco tempo, grazie alla loro crescita spontaneamente rapida e poco esigente. Per queste ragioni, si consiglia di pianificare una composizione equilibrata e ben studiata, con lo scopo di compensare eventuali mancanze decorative puntando tutto sul potere resistente delle piante perenni e sulla straordinaria bellezza delle loro infiorescenze.

Le più belle specie di piante perenni sempreverdi da fiore da giardino

A seguire, scopriremo quali sono le piante sempreverdi da fiore più indicate per la decorazione degli spazi verdi, citando quelle che sono le più conosciute e le più adatte per creare una composizione armoniosa, in grado di persistere nel tempo.

Petunia

petunia per giardino sempreverdeLa petunia è una pianta perenne originaria dell’America Meridionale, caratterizzata da fiori dai colori molto vivaci.

Tende a prosperare rigogliosa sia con un andamento eretto come cespuglio, sia in modalità cascante, a seconda di quanto si lasciano crescere i fusti, che possono variare tra i 20cm e i 60cm di lunghezza.

Prediligendo un clima mite, è bene provvedere alla semina delle petunie tra febbraio e marzo, procedendo dapprima a porre la pianta in vaso, per poi trapiantarla nel terreno del proprio giardino, una volta cresciuta, durante i primi caldi primaverili; a questo punto, si consiglia di piantare le petunie in zone particolarmente soleggiate e riparate dal vento.

Il terriccio da utilizzare dovrà essere sempre ben drenato e ricco di sostanze organiche, specialmente di potassio, avendo cura di innaffiare frequentemente le petunie soprattutto durante le stagioni più calde, per evitare che appassiscano a causa della troppa siccità. Le infiorescenze delle petunie comprendono una varietà di colori molto vasta; i principali fiori sono viola, lilla, oppure bianchi, tutti con la tipica forma a trombetta.

Echinacea

echinacea fiori per giardinoQuesta pianta perenne, originaria del Nord America, è fortemente utilizzata a scopo ornamentale per via della bellezza delle sue infiorescenze.

Si tratta di una pianta particolarmente versatile, capace di adattarsi facilmente ai cambiamenti climatici e di crescere, pertanto, anche in aree geografiche disparate, sia in presenza di climi miti che di temperature estremamente rigide.

Le echinacee, diversificate in ben nove specie diverse, non necessitano di particolari cure in quanto si adattano con facilità a tutte le tipologie di terreno, prediligendo, in particolare, zone piuttosto soleggiate, in pianura come in altura, dove crescono molto spesso anche spontaneamente, soprattutto in presenza di terreni fertili e ben drenati.

Anche questa pianta, come la precedente, ha un portamento tendenzialmente eretto, con fusti di lunghezza variabile tra i 50cm e i 150cm, mentre le foglie sono presenti sia alla base dei fiori, sia lungo i fusti.

L’echinacea è particolarmente nota anche per le sue preziose proprietà officinali, che ne hanno fatto un ingrediente fondamentale di molti prodotti farmaceutici e fitofarmaceutici, sia per uso esterno che per uso interno.

Per quanto riguarda il suo uso esterno, l’echinacea viene impiegata in diverse pomate ed unguenti, per via del suo forte potere cicatrizzante e anti-infiammatorio; per uso interno, invece, ritroviamo l’estratto di echinacea in molte compresse e tisane, utili come coadiuvanti nel trattamento dei sintomi influenzali e del raffreddore, grazie alle proprietà calmanti e decongestionanti dell’echinacea, nonché e alla sua rinomata capacità di rafforzare le difese immunitarie.

Lavanda

lavanda pianta per giardino sempreverdeSi tratta di una delle piante perenni da fiore più apprezzate in assoluto, grazie alle sue proprietà aromatiche e officinali.

I suoi fiori hanno infatti un profumo inconfondibile, quasi pungente, tanto da risultare piacevole per alcuni e fastidioso, a lungo andare, per altri.

Per queste ragioni, la lavanda viene spesso utilizzata sia per scopi ornamentali, sia per profumare gli ambienti esterni alle abitazioni, ma proprio per via del suo odore pungente, viene spesso impiegata anche come repellente naturale, per allontanare insetti di vario tipo, specialmente le zanzare.

Le infiorescenze della lavanda si delineano a gruppi, in prossimità delle punte di lunghe spighe, che partono dai fusti centrali e si diramano tutt’intorno, con un andamento fitto e cespuglioso.

Il colore più comune dei fiori di lavanda è senza dubbio il blu violetto, ma vi sono piante anche con infiorescenze porpora o bianche; una varietà di colori dal profumo inconfondibile che può essere certamente sfruttata per la creazione di bellissime composizioni dai colori variegati.

La pianta della lavanda, o lavandula, come la si chiama fin dall’antichità, è diffusa in tutto il mondo e comprende svariate specie, di cui molte italiane.

Si tratta di sempreverdi caratterizzate da radici spesse e legnose e da una natura prevalentemente arbustiva, con grandi capacità di adattamento climatico; tutti elementi che consentono alla lavanda di crescere spesso anche in maniera del tutto spontanea, in contesti selvatici.

Per chi vuole seminare questa bellissima pianta, il periodo più indicato è la primavera, oppure l’autunno.

La lavanda è senza dubbio una delle piante officinali più preziose ed apprezzate, soprattutto per via delle sue proprietà terapeutiche, tra cui le più importanti sono quelle analgesiche, antisettiche, sedative e vasodilatatrici, utili per il trattamento di sintomi influenzali, di dolori muscolari e di altre patologie.

L’essenza di lavanda è tra le più utilizzate anche in aromaterapia, vantando proprietà rilassanti e antidepressive, mentre l’essiccazione della lavanda è una pratica piuttosto comune, adoperata perlopiù per la creazione di profumatori di svariate tipologie.

Garofano

garofani fiori per il giardinoIl garofano è una pianta perenne da fiore di natura erbacea, di origine greca e iraniana.

Oggigiorno i garofani più comuni sono quelli da giardino, discendenti dal Dianthus caryophyllus, di origine selvatica; molte varietà di garofani attualmente in commercio, inoltre, sono state ottenute tramite la ricerca di migliorie genetiche riguardanti principalmente la colorazione delle fioriture.

Il colore originale dei fiori di garofano, infatti, è un rosa intenso tendente al porpora, ma sono presenti anche piante di garofano con infiorescenze arancioni, gialle, bianche e perfino blu, colorazione impossibile per il garofano naturale, che non ne riesce a produrre il pigmento che ne è responsabile: la delfinidina.

Le piante di garofano hanno fusti semi-nodosi, la cui lunghezza può arrivare fino a 50-80cm circa, e fogli grigio-verdi dalla forma sottile, grandi circa 15cm.

La crescita della pianta di garofano inizia a partire da una radice principale che si ancora al terreno per poi smettere di svilupparsi, lasciando spazio alla formazione di radici secondarie laterali.

Nelle condizioni di vita ottimali, ossia in presenza di molto sole e di un terreno ben drenato ed equilibrato da un punto di vista alcalino, la pianta del garofano tende alla rifiorenza, producendo fino a 7-8 fioriture, durante l’arco dell’anno.

La coltivazione ideale del garofano avviene in presenza di un clima temperato, in una posizione ben riparata dal vento; si tratta di una pianta che non ama il freddo eccessivo, pertanto, in presenza di temperature invernali troppo rigide, è sempre meglio piantare il garofano in vaso, in modo da poterlo facilmente portare al riparo quando occorre.

Il fiore di garofano, inoltre, ricopre da sempre un ruolo simbolico di grande rilievo nel contesto di diverse culture, sia occidentali che orientali, rappresentando, a seconda delle tradizioni, amore, fortuna e personalità; questo ha fatto sì che la pianta di garofano diventasse protagonista, da ben 2000 anni, di una coltivazione intensiva in tutto il mondo.

Erica

erica per giardinoL’erica è una pianta aghifoglia molto comune, appartenente alla famiglia delle Ericacee.

La maggior parte delle specie di erica sono originarie delle lande più meridionali dell’Africa, altre specie minori, invece, provengono da differenti zone del continente africano e dalle aree mediterranee dell’Europa.

Si tratta di una pianta perenne particolarmente resistente, di natura arbustiva, generalmente non troppo alta, ad eccezione delle specie erboria e scoparia, che possono arrivare invece fino a 6-7m di altezza.

L’erica più comune è sicuramente quella dalle infiorescenze viola, tendente al porpora, ma la si può trovare anche con fioriture bianche, rosse e rosa chiaro; questi fiori si presentano a grappolo, con una forma campanulata, di piccole dimensioni.

Le infiorescenze dell’erica sono numerose e sorgono in gruppi fitti e continui, rendendo questa pianta perenne particolarmente tappezzante e quindi utile a decorare aiuole e a riempire efficacemente zone vuote ai piedi del nostro giardino.

Le credenze popolari attribuiscono all’erica poteri anti-infiammatori, tuttavia non si hanno prove scientifiche a riguardo; sappiamo per certo invece che l’erica è una pianta mellifera e che pertanto consente la produzione di un ottimo miele monofloreale.

Oleandro

fiore oleandro per giardinoLa pianta sempreverde dell’oleandro è di natura arbustiva e presenta fusti di andamento eretto che tendono ad incurvarsi durante la crescita.

È particolarmente comune nelle regioni mediterranee anche se pare abbia origini più lontane, ricollegabili all’Asia.

Si tratta di una pianta perenne di carattere rustico, che non necessita di particolari cure, ma teme abbastanza il freddo.

Pertanto, l’ideale è utilizzarla a scopo ornamentale, creando composizioni di oleandro poste in zone solitamente soleggiate durante la maggior parte delle ore del giorno.

Nonostante la bellezza delle sue infiorescenze, l’oleandro è una pianta particolarmente tossica per tutte le specie animali; pertanto occorre posizionarla con cautela, specie nel caso in cui si abbiano in giardino animali domestici.

Campanula

campanule sempreverdi per il giardinoCon la loro forma raccolta simile a quella di una piccola campana, i fiori di questa pianta perenne sono davvero inconfondibili.

Questa pianta sempreverde, solitamente perenne o comunque biennale, è molto comune nei giardini e nelle aiuole, con fiori di un colore azzurro violetto molto intenso, oppure bianco, nella restante maggioranza dei casi.

La pianta può essere cresciuta in vaso, con un’altezza piuttosto ridotta, di circa 5cm, oppure in terreno, come arbusto cespuglioso, fino ad un’altezza massima di circa 2m.

Si tratta di una pianta che tende a crescere con estrema rapidità senza necessitare di troppe cure, pertanto viene utilizzata soprattutto per coprire gli spazi vuoti che si creano ai piedi delle piante caduche, oppure per la decorazione di aiuole e spazi di recinzione.

I fusti, eretti e solitamente poco ramosi, si articolano dando vita a foglie cauline di piccole dimensioni, mentre le radici, robuste e resistenti, sono sormontate da foglie più grandi, che definiscono la base della pianta.

Se si sceglie di creare una composizione di campanule, l’effetto risultante sarà certamente scenografico, grazie all’elevata tendenza tappezzante di questa pianta perenne da fiore, che la rende l’ideale per creare dei bellissimi cuscinetti floreali all’interno di giardini ed aiuole di ogni tipologia.

Geranio

geranio sempreverde da giardinoSi tratta di una pianta perenne originaria dell’Africa meridionale, che grazie alla sua natura arbustiva o erbacea è particolarmente adatta per essere coltivata anche in vaso, sui balconi.

In natura sono presenti diverse specie di geranio, distinguibili principalmente a seconda delle caratteristiche dei fiori e delle foglie.

Le specie di geranio più comuni sono senza dubbio il Pelargonium zonale, caratterizzato da foglie di grandi dimensioni dalla pigmentazione pelosa e dalla forma che ricorda un cuore, ed il Pelargonium peltatum, volgarmente chiamato geranio edera, che così come suggerisce il termine ha una natura rampicante e pertanto può essere efficacemente impiegato per la coltivazione verticalizzata e per la creazione di composizioni a cascata.

Il geranio è una pianta versatile ma al contempo delicata: difatti predilige le zone soleggiate ma non ama il sole troppo diretto, poiché tende facilmente al deterioramento, così come preferisce un terreno concimato, ma mai troppo umido; è bene quindi innaffiare i gerani con costanza, specialmente in primavera e in estate, ma senza mai esagerare, per evitare che la pianta marcisca.

Anche il geranio vanta importanti proprietà officinali, difatti viene spesso impiegato come ingrediente in tisane e decotti utili al rilassamento e al riequilibrio del sistema nervoso e linfatico; inoltre, viene utilizzato nella cosmesi naturale, per la creazione di prodotti specifici per combattere l’acne e per curare eczemi e bruciature.

Stella Alpina

stelle alpine per giardino fiori sempreverdiSimbolo delle montagne delle Alpi, la Stella Alpina, o Leontopodium, è una pianta perenne da fiore unica nel suo genere, caratterizzata da una infiorescenza di rinomata bellezza, con la tipica forma a stella da cui prende il suo nome.

Come è risaputo, si tratta di un fiore di montagna, che predilige terreni scoscesi e rocciosi; difatti è possibile scovare delle Stelle Alpine su moltissimi rilievi, oltre alle già citate Alpi europee: in Italia vi sono infatti molte Stelle Alpine anche sugli Appennini Abruzzesi, mentre nel resto del mondo le ritroviamo sulle Ande e nei territori montuosi di Cina e Giappone, da cui pare che la Stella Alpina abbia avuto effettiva origine.

Per questo motivo, sono presenti al mondo moltissime specie di Leontopodia, di cui la maggior parte rintracciabili soprattutto in territorio asiatico.

Queste piante dai fiori preziosi sono oggigiorno comunemente reperibili e non è difficile coltivarle in presenza di un qualsiasi terreno che rispetti le caratteristiche sopra citate; basterà avere la semplice premura di piantarle in un clima piuttosto arido e di posizionarle sempre in direzione nord.

Planeta nel mondo

Catania

Contrada Primosole S.S.194

+39‎‎393 89 96 086

roma-sede-planeta

Bucharest

Street Gen. Berthelot, 27

+40722151300

roma-sede-planeta

Sao Paulo

Rua P.O. Carvalho de Barros, 65

5511993366050

roma-sede-planeta

Los Angeles

6419 Orange Street

+13108668553

roma-sede-planeta

Miami

244 Biscayne BLVD, Suite 3302

+13058421706

roma-sede-planeta

Kuwait City

Coming soon

Coming soon

roma-sede-planeta
Whatsapp