Giardino provenzale: Cos’è e come si realizza

Cos’è il giardino provenzale

Il giardino è una parte importante della propria abitazione che deve necessariamente rispecchiare la propria personalità e gusto in fatto di stile.

Tra le soluzioni più gettonate e presi in considerazione anche in Italia per ricavare un luogo dove rilassarsi non solo durante il periodo di maggiore caldo, c’è il giardino provenzale. Una particolare tipologia che si rifà ai colori, agli odori e alla tipologia di vegetazione presente nella regione francese della Provenza.

Quali sono le caratteristiche del giardino provenzale

La Provenza è una meravigliosa provincia ubicata nella parte sud-est della Francia che si estende dal fiume Rodano fino ai confini con l’Italia arrivando a toccare il Principato di Monaco.

colori del giardino provenzaleUn luogo affascinante che ogni anno viene preso d’assalto da milioni di turisti provenienti da tutto il mondo anche per apprezzare le tante coltivazioni di lavanda che ne caratterizzano le campagne. Il giardino provenzale è uno spazio esterno che deve essere realizzato per riproporre lo stile provenzale fatto di una vegetazione tendente alle sfumature del glicine e ricca, per l’appunto, di lavanda.

I giardini in stile provenzale solitamente sono realizzati anche con strutture rustiche in pietra e delle vegetazioni piuttosto fitte e ampie in termini di spazio. Come detto, i colori del giardino provenzale sono abbastanza tenui e tendono al glicine ma ci sono anche altre cromature color pastello come il lilla, l’azzurro, il bianco e il giallo.

Per chi ha avuto l’opportunità di fare un viaggio in Provenza avrà certamente anche apprezzato i tanti sentieri che l’attraversano con muretti bassi costruiti in pietra oppure con delle piccole parti con piastrelle in terracotta.

In un giardino provenzale che si rispetti c’è anche un certo utilizzo di sorgenti d’acqua come piccole fontane artificiali o magari dei pozzi la cui parte più esterna deve essere rivestita con eleganza magari con strutture in ferro battuto oppure con pietre e soluzioni faccia vista.

colori di ortensiaPer quanto riguarda le piante, oltre alla già citata lavanda, si può fare largo utilizzo di ortensie, petunia e Gelsomini senza dimenticare anche il rosmarino, il timo, la maggiorana, la menta e l’origano. Tutte piante che oltre ad offrire un certo impatto dal punto di vista estetico sono in grado anche di donare delle profumazioni intense e particolarmente apprezzate.

Per chi vuole poi ottenere uno spazio ancora più ricco, il consiglio è quello di proporre anche l’installazione di alcuni alberi di ulivo oppure i cipressi. In questo modo si potrà avere un giardino provenzale che rispecchia fedelmente anche la vegetazione e i colori di tutte le terre che vengono bagnate dal mar Mediterraneo.

Quali sono i vantaggi di avere un giardino provenzale

Per realizzare un giardino provenzale è necessario progettarlo accuratamente per avere uno spazio ottimale che sappia offrire un impatto estetico adeguato. Se si riesce a fare un lavoro di qualità magari anche con l’aiuto di un esperto, si potrà godere di uno spazio verde che permette numerosi vantaggi.

piante evergreenInnanzitutto un giardino provenzale non richiede alcun genere di manutenzione o quantomeno molto meno rispetto ad altre tipologie di giardini. Questo è dovuto al fatto che nel giardino ci sono soprattutto piante sempreverdi che non dovranno essere né sostituite nel tempo e né ripiantate.

L’unico accorgimento che bisogna avere soprattutto nei periodi in cui c’è uno forte sbalzo di temperatura, è quello di proteggere le piante dalle gelate più intense. Ad esempio, si può utilizzare un classico telone per giardini che mette al riparo tutte le piante da un improvviso abbassamento della temperatura soprattutto durante le ore notturne, o semplicemente arricchire il giardino con delle piante grasse resistenti al freddo.

Invece, durante il periodo estivo, occorre occuparsi di offrire alle piante una costante annaffiatura e ci si può aiutare installando un apposito impianto di irrigazione automatico che con una semplice manpola, permette di coprire tutti gli spazi del proprio giardino senza alcuna fatica.

Inoltre le esigenze di acqua di questo genere di piante sempre verdi già abituate nel nascere e crescere in una zona poco ricca di acqua, sono minime soprattutto di quelle aromatiche come il rosmarino.

Un ulteriore vantaggio di avere un giardino provenziale è quello di poter disporre in qualsiasi momento dell’anno di una zona dove poter coltivare piante aromatiche e ottenere facilmente gli aromi che vengono utilizzati molto spesso in cucina come il rosmarino, il basilico, la maggiorana, lo stesso finocchio e senza dimenticare l’origano e la menta.

Insomma con un giardino provenzale si ottiene uno spazio adeguato dove potersi rilassare e al tempo stesso un piccolo orticello dove avere sempre a disposizione delle piante aromatiche da utilizzare per diverse preparazioni culinarie.

Come arredare un giardino in stile provenzale

Per arredare con eleganza e stile un giardino provenzale bisogna per prima cosa progettare il risultato finale in maniera adeguata per evitare possibili improvvisazioni che potrebbero ottenere effetti controproducenti.

Il più tipico arredamento del giardino provenzale è quello che richiede solitamente dei complementi in ferro battuto come ad esempio le sedie, i tavoli, panche e anche i pergolati. Essendo il giardino provenzale molto ricco di colori pastello si può pensare di scegliere sedie, tavoli e quant’altro in colore bianco anche se potrebbe adattarsi molto bene anche un grigio non eccessivamente scuro.

sedie giardino provenzaleNella zona dove sono piantate le piante si possono inserire delle ciotole di terracotta magari invecchiate oppure qualche elemento che ricorda l’ambiente contadino di un tempo. Tuttavia è bene non esagerare con l’utilizzo di sedie, tavoli e di qualsiasi altro genere di oggetto di arredamento in quanto il giardino provenzale è un luogo che per vocazione deve ispirare libertà e senso di spazio, per cui pochi oggetti ma inseriti con eleganza.

Negli ultimi anni, inoltre, c’è una certa tendenza nell’arredare il giardino provenzale con sedie, tavoli oppure anche delle panche in stile Shabby Chic. Ci sono tanti rivenditori di prodotti in stile Shabby Chic ma l’importante è scegliere in maniera accurata anche perché bisogna avere a disposizione dei prodotti realizzati con materiali capaci di resistere all’aria aperta alle sollecitazioni atmosferiche come un’eccessiva esposizione ai raggi solari, forti piogge, grandinate, repentini abbassamenti di temperatura e molto altro.

Quanto costa realizzare un giardino in questo stile

Il costo necessario per realizzare un giardino in stile provenzale dipende da diversi fattori a partire soprattutto dal l’estensione dello spazio verde di cui si dispone.

Un conto è realizzare un giardino di circa 150 metri quadrati e un altro, un giardino superiore ai 1000 metri quadrati. Inoltre bisogna considerare anche lo stato in cui si trova il terreno perché deve essere opportunamente preparato per poterlo rendere idoneo alla coltivazione delle varie piante.

quanto costa giardino provenzaleOvviamente bisogna calcolare i costi necessari per l’acquisto delle varie erbe aromatiche, piante e alberi che si vogliono inserire nel proprio giardino provenzale. Solitamente le erbe aromatiche hanno un costo davvero minimo mentre gli alberi di olivo oppure i cipressi possono essere acquistati con una spesa che può oscillare tra un minimo di 20 euro fino ad un massimo di 40 euro cadauno.

Per quanto riguarda l’arredo, i costi dei mobili in ferro battuto sono abbastanza contenuti e solitamente con una cifra intorno ai 500 euro si può facilmente trovare un tavolo con qualche sedia e una piccola panca da inserire in uno spazio adeguato.

Inoltre c’è da tenere in considerazione i costi necessari per il lavoro eseguito dal progettista e i costi per pagare il vasellame da inserire di tanto in tanto.

Come detto in precedenza, tutti questi costi vanno rapportati alla grandezza del giardino provenzale ma per uno spazio medio si deve comunque mettere in conto una spesa di circa 3000 euro alla quale necessariamente vanno aggiunti ulteriori costi nel caso in cui si voglia realizzare una sentiero rifinito con della pietre oppure delle meravigliose scalinate e tanto altro.

Lascia un commento