Scuderia per cavalli: come progettarla senza fare errori

Come è fatta una scuderia?

La scuderia deve rispondere a due requisiti fondamentali: il benessere e il comfort del cavallo e la comodità e la sicurezza per il proprietario. Alcuni elementi strutturali sono imprescindibili per far si che la scuderia soddisfi le esigenze dell’animale e di chi se ne prende cura.
È importante prestare molta attenzione alle dimensioni dei box che ospitano l’animale. Sebbene in generale le stalle siano progettate per essere abbastanza grandi da soddisfare i requisiti minimi, è importante assicurarsi che ci sia uno spazio adeguato per consentire al cavallo di stare in piedi e girarsi senza difficoltà, e di sdraiarsi e rotolare senza rischiare lesioni di qualsiasi entità.
Uno spazio extra va riservato per l’eventuale parto delle fattrici e per i loro puledri. Sono da prendere in considerazione, quindi, le dimensioni (lunghezza e altezza) e la corporatura del cavallo, nonché il suo temperamento.
La scuderia deve essere progettata in modo da consentire uno stoccaggio sufficiente per circa una settimana di cereali e circa un giorno di fieno. Il resto della tua scorta va conservato in un altro edificio ad almeno 200-400 metri dalla scuderia. Conservare il fieno nella stalla o in un edificio troppo vicino può esporre i cavalli a un rischio eccessivo in caso di incendio.

Come si realizza un maneggio in perfetto stile?

Interno di una scuderia vuotaUn maneggio ben progettato fa risparmiare tempo e denaro nel lungo periodo. Una scuderia per cavalli progettata e costruita correttamente è un luogo luminoso, arioso, facile da pulire e piacevole per i cavalli e per chi se ne prende cura.

Un’attenta pianificazione nella costruzione della scuderia, ripagherà in termini di minori costi di manutenzione e di spese veterinarie. Da non sottovalutare il fatto che una scuderia ben realizzata costituirà un valore aggiunto per l’intera proprietà.

5 passi fondamentali per progettare una scuderia

· Scegliere il luogo perfetto: uno dei primi passi da compiere è la scelta di un luogo adatto per la realizzazione della scuderia. Le caratteristiche fondamentali che si devono tenere presenti sono: il drenaggio naturale, il terreno pianeggiante e solido, la facilità di accesso e la possibilità di espandere la scuderia in futuro. Nei pressi della scuderia si deve tenere libero un appezzamento di terra per lo stoccaggio del letame e del fieno. Il terreno scelto dovrà essere livellato e ricoperto di una lastra di cemento adatta alle dimensioni della scuderia.

· Decidere le partizioni: i divisori per le scuderie sono comunemente in quercia o pino con uno spessore di circa 5 cm. Il compensato è utilizzabile in alternativa alle tavole: non si restringe, non si deforma e dissipa i calci. Per un’alternativa più resistente al fuoco, è possibile utilizzare cemento e pietra. Il calcestruzzo fornisce resistenza e durata, ma è non è ottimale a causa delle sue caratteristiche termiche, l’alto costo di costruzione e la mancanza di flessibilità contro i calci dell’animale.

Le partizioni della stalla dovrebbero essere alte circa 250 cm ed essere a filo con il sottopavimento della stalla per evitare che gli zoccoli vi si impiglino sotto. I muri dello stallo non devono essere alti fino alla sommità del soffitto. Un design a pannello aperto nella parte superiore consente una migliore ventilazione e una facile osservazione del cavallo. Permette anche ai cavalli di vedere i loro compagni e le altre attività della stalla.

· Illuminazione e ventilazione: una buona illuminazione è molto importante. È indispensabile sfruttare al meglio la luce naturale con le finestre. Per sicurezza, si evita il vetro normale e lo si sostituisce con plexiglas o vetro infrangibile. Ci sono molti tipi di illuminazione artificiale che si possono usare in una scuderia. Durante la progettazione ci si deve assicurare che il cavallo non sia in grado di raggiungere i punti luce o i cavi.

Ombre e zone scarsamente illuminate rendono difficoltosa la pulizia del box e inibiscono l’osservazione e la cura dell’animale. È opportuno posizionare le fonti di luce artificiale lungo le pareti anteriori o laterali per ridurre le ombre. Tutti i cavi elettrici devono essere alloggiati in un condotto di metallo o plastica dura poiché i roditori possono masticare i fili non protetti, creando rischio di incendio.

· Le porte: le porte per le scuderie sono disponibili in un’ampia varietà di materiali e configurazioni, anche se le porte a battente e scorrevoli sono le più comuni. Le porte possono, essere divise in due pannelli (porta olandese) o coprire parzialmente da metà a tre quarti dell’apertura. Le porte scorrevoli, oltre al binario sopraelevato, necessitano di un fermo per evitare che la porta si apra troppo e fuoriesca dal binario.

Hanno anche bisogno di guide a livello del pavimento per mantenere la parte inferiore in posizione quando il cavallo scalpita, si appoggia o scalcia. Tutte le porte e gli stipiti devono essere resistenti, con chiusure sicure e prive di spigoli o sporgenze.

· Predisporre l’equipaggiamento e gli abbeveratoi: l’equipaggiamento tipico di una scuderia include un secchio d’acqua o un abbeveratoio automatico, una vasca per il cibo, un anello per legare il cavallo e attrezzature opzionali come, ad esempio, un portafieno. È necessario separare i luoghi adibiti alla alimentazione e all’abbeveraggio. I secchi dell’acqua e del mangime devono essere fissati alla parete piuttosto che posizionati sul pavimento dove

Quanto costa un maneggio per cavalli?

Interno vuoto di una bellissima scuderia in legnoIl costo della costruzione una scuderia dipende dal numero di cavalli che si dovranno ospitare e dal fatto di avere o meno box individuali per ogni animale. Sebbene sia difficile determinare un costo esatto, un blocco stabile medio parte da un costo minimo di circa € 5000 a un massimo di € 7500 per scuderie destinate ad accogliere un solo cavallo.

Se non si dispone dello spazio necessario o di fondi sufficienti per la costruzione di una propria scuderia, si può scegliere di utilizzare un maneggio che ospiti il cavallo ad un costo mensile che varia da 250 a 400 euro.

Tipologie di maneggi

Ecco una serie di maneggi esistenti nella realtà quotidiana.

– Scuderia usata

L’acquisto di una scuderia prefabbricata usata, se ben ponderato, può realmente essere un investimento finanziario considerevole. Ovviamente, è da valutarne l’aspetto complessivo in modo da non incorrere in sgradite sorprese. L’esame della scuderia deve tener conto del grado di usura di quelli che sono gli elementi essenziali al benessere del cavallo.

Valgono i principi fondamentali elencati sopra riguardo alla costruzione della scuderia.

– Scuderia prefabbricata

La scuderia prefabbricata è un’ottima soluzione per i tempi di realizzazione brevi e per i costi relativamente contenuti. Ne esistono di vari formati che si adattano allo spazio che si ha a disposizione. Il materiale utilizzato è generalmente il legno anche se di recente si stanno affermando sul mercato anche modelli realizzati in ferro zincato, con interni in legno e cupole in plexiglass. Le scuderie prefabbricate devono rispecchiare tutti i canoni citati per le scuderie tradizionali riguardo alle porte, l’illuminazione e l’areazione.

Progetto box cavalli

Il box è l’unità funzionale di base di una scuderia. Per le dimensioni ideali, l’illuminazione, l’areazione, le porte e l’equipaggiamento, rimandiamo a quanto già detto sulla scuderia.

La dimensione minima per una box è di 3,65 m x 3,65 m per la maggior parte dei cavalli e di 3,65 m x 4,25 m per i cavalli più grandi. I pony richiedono, invece, 3,05 m x 3,05 m e i pony grandi 3.05 m x 3,65.

È importante che ci sia spazio sufficiente tra il cavallo e il tetto. Si raccomanda che l’altezza sia compresa tra 275 e 335 cm con una distanza minima dal tetto di 92 cm.

Scuderie cavalli: quali sono le più famose?

Scuderia per i cavalli in cemento vista dall'esterno· Godolphin Racing: fondate dallo sceicco Mohammed le scuderie Godolphin si trovano nel deserto, a sud della città di Dubai. La struttura include diversi fienili americani, una pista sterrata privata, due circuiti per il trotto, oltre a due terme per i cavalli e un tapis roulant. Ogni anno Dubai ospita un evento ippico internazionale importantissimo, la Dubai World Cup.

· Scuderie della Sledmere House (Inghilterra): in attività dal 1780. Vi sono stati allevati alcuni dei cavalli da corsa più famosi al mondo, tra cui Spearmint, Straitlace, Scottish Union, Grey Momus e Polly Agnes. L’intero piano terra delle scuderie è aperto ai visitatori.

· Scuderie Blue Hors (Danimarca): i cavalieri Blue Hors di queste scuderie hanno vinto numerosi campionati danesi di dressage e hanno gareggiato ai campionati europei, ai mondiali e ai giochi olimpici.

· Kinsclere: Park House Stables a Kinsclere è senza dubbio uno degli istituti di addestramento privati ​​più attrezzati e più belli del mondo. Uno dei primi centri di addestramento al mondo ad essere dotato di una propria piscina per equini. Ciò ha reso possibile includere il nuoto come parte integrante del regime di allenamento per molti cavalli, in particolare quelli che possono essere mentalmente o fisicamente fragili.

Minecraft e scuderia cavalli: che nesso logico hanno?

In pochi anni Minecraft è diventato uno dei giochi più popolari al mondo. Si tratta di una terra virtuale in cui gli utenti possono creare i propri mondi e le proprie esperienze, utilizzando elementi costitutivi (blocchi), scatenando la propria creatività.

Con Minecraft è possibile costruire virtualmente anche una scuderia. Nel gioco sono presenti, infatti, vari tipi di animali. I cavalli sono utilissimi perché, come nella vita reale, li si può cavalcare e, quindi, grazie a loro si può più agevolmente esplorare il territorio.

I cavalli liberi, però, potrebbero allontanarsi. Per non perderli, costruire loro una scuderia è la soluzione perfetta. Per farlo si possono utilizzare vari tipi di legno per creare la struttura portante, il soffitto, le pareti e le staccionate. È possibile prevedere l’abbeveratoio e il posto in cui collocare il fieno. I cavalli di Minecraft vanno prima addomesticati interagendo con loro e, solo dopo averli fatti diventare docili, li si potrà cavalcare e tenerli nella scuderia.

Lascia un commento