Ville moderne: scopri come progettare la tua villa moderna

La progettazione delle ville moderne segue oggi nuove regole e tendenze, dalle planimetrie alla disposizione interna, dalla domotica fino alle modalità di riscaldamento contemporanee, rivolte sempre di più al risparmio energetico, al consumo consapevole e ad un ridotto impatto ambientale.

In questa guida suggeriremo alcuni consigli su come progettare la tua villa moderna, e che attengono sia agli spazi interni che a quelli esterni.

Si tratta di indicazioni che seguono le ultime tendenze in fatto di architettura e design, atteso che le personalizzazioni di chi la abiterà sono sempre ciò che rende la casa un nucleo che contiene vita, sentimenti, emozioni e storia personale.

La moderna concezione delle ville moderne: predisporre impianti ad energia rinnovabile

Uno degli aspetti principali di cui tener conto, nella fase di progettazione delle ville moderne, riguarda il consumo di energia e la classe energetica: la A è una scelta di eccellenza, e costituisce, ad oggi, quasi una regola.

Questa opzione è sicuramente la più costosa, poiché presuppone un’attenta selezione dei materiali isolanti e l’installazione di impianti di riscaldamento e raffreddamento che facciano riferimento a fonti di energia rinnovabile, come pannelli solari e riscaldamenti a pavimento, che funzionano tramite energia geotermica.

Soprattutto nel medio-lungo periodo, tuttavia, il maggior costo sostenuto per materiali ed impiantistica sarà ammortizzato, grazie ad un notevole risparmio nei consumi.

Occorre considerare che una villa, soprattutto se di grandi dimensioni, necessita di grossi quantitativi di energia per essere scaldata e raffreddata, e che un impianto alimentato da fonti rinnovabili può rivelarsi una scelta intelligente e, soprattutto, lungimirante.

I pannelli solari possono non essere molto piacevoli, dal punto di vista estetico, e in questo caso la soluzione è quella di sovrapporre tegole fotovoltaiche, che hanno l’aspetto simile a quello delle tegole normali, e in più assorbono i raggi solari.

Ville moderne: uno sguardo ai progetti degli esterni

Uno degli elementi più emozionanti, nella fase della progettazione, riguarda l’esterno della casa, poiché attiene al proprio immaginario, a come, cioè, si è sempre pensata la villa dei propri sogni. Allo stesso tempo, l’esterno riguarda il primo impatto visivo, sia per voi che per gli altri.

Lo stile delle ville moderne raffinate presuppone un’entrata indipendente, che non esprima ostentazione, ma discrezione; le tendenze contemporanee prevedono geometrie minimal ed essenziali.

Lungi dall’avere un significato sterile e rigido, gli esterni delle ville, grazie all’utilizzo di tinte preferibilmente chiare e materiali naturali, insieme ad illuminazioni ad hoc, invitano all’accoglienza e alla condivisione degli spazi interni.

Un must nella progettazione degli spazi esterni riguarda la coesistenza di materiali diversi, in armonia ed eleganza. Marmo e pietra, cemento e legno, come il tek, vengono sapientemente alternati seguendo un dialogo stabilito secondo criteri di morbidezza e bellezza estetica, ma anche di funzionalità e sicurezza.

Le vetrate sono da sempre un elemento desideratissimo nelle ville, poiché aprono la visuale sul mondo esterno senza il bisogno di accedervi, donano un senso di libertà ed apertura; inoltre, garantiscono un flusso di luce naturale che non è paragonabile rispetto alla presenza di pareti piene, in muratura.

Un dettaglio che riveste grande importanza è la piscina che, nella moderna concezione del design di esterni, è a filo con il suolo esterno: sembra quasi che la sua presenza possa nascondersi e ricomparire, a seconda del punto di osservazione.

Rispetto a qualche decennio fa, in cui la piscina outdoor è stata, spesso, simbolo di opulenza e quasi un’ ostentazione, specie in alcuni contesti, oggi essa riveste un ruolo di coadiuvante del benessere di chi vi abita, per regalare momenti di relax e rigenerare corpo e mente.

Consigli sulla progettazione di ville moderne: uno sguardo agli spazi interni

Entrando nel cuore degli spazi abitativi, la tendenza contemporanea è piuttosto minimal, con progetti di interior design che seguono uno stile geometrico e lineare.

Per alcuni questi aspetti, unitamente alla scelta di tonalità molto scure, potrebbero risultare troppo freddo e distaccato, e quindi ben lontano da quell’idea di casa accogliente e calda che molti ricercano per il proprio intimo spazio.

Ecco che, però, anche questa volta i materiali possono fare davvero la differenza, poiché l’alternanza o sovrapposizione di cemento, legno, marmo e vetro creano movimento ed allo stesso tempo ordine, favorendo calma e tranquillità.

Pensando alle travi a vista, esse sono semplici ma di grande impatto e, a seconda del colore delle pareti e dei gusti, possono essere lasciate grezze o ricoperte di lavabile bianca, o ancora di tonalità chiare, con un aspetto un po’ vissuto.

I colori chiari, sia delle pareti che degli infissi, sono un modo intelligente per donare luminosità agli ambiente, specie quelli non propriamente luminosi o spaziosi.

Un angolo da sfruttare come piccolo studio può avere grande funzionalità, privilegiando tonalità chiare, per arredi e complementi di arredo.

Per gli amanti del parquet, la scelta di tonalità delicate, come il rovere chiaro spazzolato, grigio misto carta da zucchero, a fibre larghe, donerà agli ambienti calore, uniformità e raffinatezza.

L’effetto che si desidera dare al pavimento può essere in contrasto con il colore degli arredi e delle pareti, oppure può seguire le stesse cromie, ad esempio in tonalità più chiare o più scure.

Gli arredamenti: tra emozione e funzionalità

In linea generale, gli arredi devono esprimere la personalità di chi abita la casa, senza tralasciarne, tuttavia, l’aspetto funzionale.

Pensando a una villa, al di là del suo essere moderna o meno, viene spesso in mente un bel camino. Una volta strumento indispensabile per scaldare e cuocere i cibi, con il passare del tempo ha assunto un ruolo sempre più di contorno, sganciandosi da quell’aspetto prettamente funzionale, assumendo così un ruolo importante nel creare un’atmosfera calda e accogliente.

Due divani, oppure uno ad angolo, posti di fronte a un caminetto, hanno un plus in termini di atmosfera, che diventa perfetta per i momenti di relax con gli amici o in famiglia.

Nel corso del tempo il design dei camini ha subito un’evoluzione, e nel design contemporaneo le linee sono più nette e geometriche; i materiali in pietra o cemento, e l’alimentazione a legna, gas o elettrica.

Gli arredi dovrebbero essere in sintonia con lo stile attribuito alla casa, e anch’essi funzionali a creare uno spazio in cui ci si possa muovere con libertà e svolgere le azioni quotidiane con semplicità e comodità.

Questo aspetto riguarda tutti gli ambienti della casa: dal living, grande e spazioso, alla cucina, un ambiente separato e preferibilmente ampio, in cui si possano preparare i pasti con comodità; alla zona notte, che dovrebbe essere al piano superiore, se la villa è su più di un piano, oppure in una zona accessibile solo da chi vi abita, e quindi lontana da occhi indiscreti.

L’illuminazione: un aspetto sempre più importante del moderno abitare

Nel corso dell’ultimo decennio l’illuminazione ha un aspetto sempre più rilevante, non solo per creare atmosfera nei diversi ambienti della casa, ma anche dal lato dell’efficienza energetica.

Per chi ama le appliques, esse possono essere poste in ambienti come il living, gli spazi di distribuzione e le camere da letto. I faretti, invece, vanno posti preferibilmente nei corridoi, e non già in altre aree della casa.

Le strisce a LED sono un elemento divertente e razionalizzano l’illuminazione di alcuni ambienti, come i corridoi, gli spazi di distribuzione o alcune zone di bagni e cucine.

Il garage sotterraneo: per una villa di lusso

La presenza del garage sotterraneo è un valore aggiunto nella progettazione di una villa moderna.

Ad oggi, infatti, uno spazio esterno, adiacente alla casa, adibito a posteggio auto, è visto come qualcosa che disturba l’armonia generale, e sottrae spazio vivibile all’esterno.

Meglio, quindi, utilizzare un’area posta in una zona sotterranea: non è indispensabile che sia molto estesa, ma è sufficiente che contenga le autovetture di famiglia, garantendo funzionalità e praticità. Per i progetti più lussuosi, la presenza di un ascensore è un plus, cui molti non vogliono rinunciare.

Lascia un commento