Concime per orti: tipologie e come scegliere il migliore

12Perché concimare è così importante? Una corretta concimazione migliora il terreno delle piante da orto, che assorbendo dal terreno un apporto ottimale di minerali crescono più vigorose e saporite.

Che cos’è e a cosa serve il concime per orti?

Idee Giardino, cos\'è serve concime orti

La qualità di una pianta dipende da molti fattori ma il parametro la rende perfetta è l’apporto di nutrienti dal terreno. Il sistema dell’approvvigionamento delle piante è suddiviso in tre parti, di cui una è la parte radicale, mentre le altre due si trovano al di sopra del terreno e sono il corpo e il fogliame. L’apparato radicale assorbe minerali e acqua dal suolo attraverso meccanismi biochimici.

Spesso, un terreno poco fertile è un male per lo sviluppo della pianta. Si rivela quindi importante l’utilizzo di concimi naturali o sintetici, che apportino il giusto nutrimento alle radici del sistema vegetale, un gruppo di minerali chiamati nutrienti essenziali come l’azoto, il fosforo, il calcio, lo zolfo, il potassio, il magnesio e molti altri.

Può essere prodotto partendo da svariate materie come escrementi animali, materia organica in decomposizione, oppure tramite processi chimico-sintetici.

Poiché la pianta tende ad assorbire tutte le sostanze a lei necessarie, il terreno in cui essa è radicata tende ad impoverirsi e quindi ad essere meno fertile. La concimazione è un processo che viene ripetuto regolarmente nel corso di vita di una pianta da orto.

Concime per orti: tipologie in commercio

Ci sono varie tipologie di concime per orti. Cerchiamo di capire meglio cosa significa.

Concimi naturali

Idee Giardino, concimi naturali

Contengono sostanze nutritive facili e immediatamente assorbibili dalla pianta. Vi è un gruppo numeroso di concimi naturali.

Tra i più diffusi vi sono quelli azotati, potassici e fosfatici in quanto contengono i tre elementi fondamentali per lo sviluppo di una pianta. Inoltre vi sono numerosi concimi naturali derivati dalle biomasse come il letame, i terricciati, che sono miscugli di terriccio e materiale organico in decomposizione, liquami e pollina.

Concimi correttivi

Rendono equilibrato il ph del terreno a seconda delle esigenze delle piante da orto. Ammendanti che arricchiscono il suolo ottimizzandone la strutta e la predisposizione alla coltura di piante da orto.

Stallatico pellettato

Si tratta di un’alternativa valida al letame. Il letame essendo una materia organica che emana odore spesso poco piacevole può essere essiccato e lavorato in polvere o pellett.

Si consiglia di optare per questo concime quando l’orto è un piccolo terreno in un ambiente urbano. Compost organico che sfrutta la decomposizione di scarti alimentari per arricchire il suolo di sostanze nutritive essenziali. Questo concime può essere prodotto anche a casa seguendo una semplice guida fai da te che ti illustriamo nei seguenti paragrafi.

Humus

Si tratta di una sostanza organica ottenuta dalla decomposizione di materiale organico tramite l’attività digestiva degli lombrichi. Un vantaggio di questo materiale è l’assenza di odori che solitamente viene emanato da materiali decomposti o scarti animali come il letame.

Concimi chimico-sintetici

Contengono i tre nutrienti fondamentali per le piante sotto forma di cristalli grandi quanto un pinolo.A livello commerciale questi concimi vengono prodotti industrialmente attraverso reazioni chimiche in laboratorio.

Come scegliere il concime per l’orto: consigli utili

Idee Giardino, scegliere concime l\'orto: consigli utili

Per chi coltiva l’orto è importante procedere periodicamente con una concimazione generale del proprio terreno coltivato. Pur essendo una pratica relativamente semplice, la concimazione richiede grande competenza nella scelta della varietà di fertilizzante che si vuole utilizzare. Avendo così tante opzioni è bene conoscere come scegliere il concime adeguato alla coltivazione delle piante del tuo orto. Ecco alcuni consigli:

  1. Come detto in precedenza il letame si rivela essere un ottimo fertilizzante per la coltivazione in orto. Tuttavia la sua forma fisica e l’odore che emana risultano essere scomodi per molti coltivatori. Ecco che i concimi pellettati o in polvere di stallatico, quindi di letame lavorato, sono perfetti per la coltivazione di ortaggi in piccoli giardini o zone urbane.
  2. Spesso dimentichiamo che il riciclaggio degli scarti alimentari è più efficiente ed efficace di molti altri metodi di fertilizzazione del suolo. Il compost organico è un prodotto della decomposizione di materiale organico, che non richiede alcun lavoro o trattamento. Per questo motivo è realizzabile anche nelle mura di casa, tramite l’utilizzo di una semplice compostiera.
  3. Concimare con prudenza è essenziale per la sopravvivenza delle piante, specialmente in un orto di piccole dimensioni. L’approvvigionamento di nutrienti eccessivo stanca l’apparato radicale che cessa di funzionare correttamente portando alla morte della pianta. Il concime deve essere somministrato sempre ed esclusivamente rispettando le dosi illustrate nell’apposita etichetta.
  4. La cenere del camino a legna è oro colato per il tuo orto!
  5. Per rendere la concimazione un processo efficiente, è possibile utilizzare dei concimi liquidi da versare con moderazione all’interno delle cisterne di irrigazione per gli orti.

Concime per orti fai da te: come farlo a casa

Idee Giardino, concime orti fai te: farlo casa

Hai bisogno di una guida per realizzare del concime fai da te? Eccoti servita una lista di passaggi semplici da comprendere per realizzare il compost a casa.

Gli scarti alimentari sono una fonte di nutrienti enorme per le piante. La prima cosa da fare per creare del compost a casa è avere dello scarto organico. Solitamente questo materiale viene contenuto in appositi bidoni dell’umido.

Per realizzare il compost è necessaria una compostiera, ossia la struttura in cui si versa il materiale organico per procedere con la sua decomposizione. La compostiera può essere realizzata a casa con del pallet.

La scelta del compost è un’opzione eco-friendly che rispetta l’ambiente e le tue piante, che assorbiranno sostanze naturali e poco lavorate industrialmente.

Per ottenere un buon compost è importante seguire con regolarità alcune semplici accortezze. Il materiale in decomposizione deve essere arieggiato al punto giusto.

La fermentazione del materiale deve essere periodizzata con intervalli di tempo in cui vi è arieggiamento. Evitare di aggiungere scarti alimentari o organici che contengono pesticidi o altre sostanze chimiche dannose. Seguendo tutti questi consigli il compost organico da te creato sarà perfetto per la coltivazione di piante nel tuo orto.

Lascia un commento