Quali sono le piante da terrazzo?

Per coltivare piante sul terrazzo, allestendo zone verdi e fiorite, occorre preventivamente valutare lo spazio massimo a disposizione (sia in profondità, che in altezza) e l’esatta esposizione al sole della struttura esterna.
Affinché si possa ottenere un effetto davvero scenografico, è dunque necessario conoscere quali siano le specie di piante che, più di altre, si adattano alla coltivazione in vaso.

Posizionamento delle piante in base all’esposizione del sole

posizionamento delle piante base all\\esposizione sole

Partiamo dalla valutazione del primo dato che è necessario conoscere, prima di procedere con l’allestimento green del terrazzo: com’è posizionato lo spazio previsto per le piante, rispetto all’esposizione solare?

Esposizione a sud

In generale, possiamo dire che, al di là delle differenze climatiche variabili da zona a zona, l’esposizione migliore, ai fini della coltivazione e del giardinaggio, è quella a sud, ovvero in pieno sole.
Tuttavia, il terrazzo rivolto a sud, essendo particolarmente esposto e realizzato generalmente con materiali che risentono molto del surriscaldamento, può risultare un ambiente troppo caldo per molte piante.
In tali condizioni, è consigliabile, prevedere, eventualmente, zone in ombra (pergolati) sotto cui riparare le piante più delicate.
In linea di massima, le piante più adatte all’esposizione in pieno sole sono tutte quelle tipicamente mediterranee, le sempreverdi che non risentono del calore eccessivo e tutte quelle che non temono la siccità, come le piante a foglia grigia o le piante grasse.
Per quanto riguarda le piante da fiore, alcune potranno risultare idonee all’esposizione a sud, ma sarà necessario ricordarsi di innaffiarle almeno una volta al giorno: rose e ortensie, gerani, girasoli e gladioli.

Esposizione a mezzo sole

esposizione mezzo sole

Si può presentare anche il caso di esposizione in pieno sole, ma solo per parte della giornata: l’esposizione a mezzo sole sud-est è caratterizzata dal sole della mattina (che sprigiona meno calore, ma luce molto intensa), mentre quella a sud-ovest è contraddistinta dal sole del pomeriggio, che permette coltivazioni più delicate, come quella delle piante da frutto e delle ortive.

Esposizione a nord

I terrazzi e i balconi appartenenti a questa categoria, invece, preferiscono piante da l’ombra o semi-ombra.
È questa l’esposizione più diffusa in città, dove, a causa degli edifici circostanti, molti terrazzi sono posti “artificialmente” in ombra.
In questi ambienti saranno perfette tutte le piante rampicanti, gli arbusti e, in generale, le piante a foglia larga, ma anche ortaggi e piante officinali.
Per quanto riguarda le piante a fioritura, troveranno un habitat potenzialmente ottimale tutte le bulbose.

Piante sempreverdi per tutti i terrazzi

piante sempreverdi tutti terrazzi

Le piante sempreverdi risultano maggiormente adattabili a qualsiasi esposizione del terrazzo.
Si tratta di un genere vegetale molto facile da mantenere, dato che necessita di attenzioni davvero minime; proprio in virtù della loro specifica caratteristica, risultano particolarmente decorative e riempitive: assolutamente perfette per tutti i tipi di terrazzo.
Sono adatti alla coltivazione in vaso gli arbusti e gli alberi nani perenni, ma ancora di più le erbacee che hanno radici sottili e flessuose.
Le sempreverdi sopravvivono in qualsiasi condizione: tollerano benissimo il caldo e sopportano tranquillamente il freddo.
La loro scelta andrà piuttosto valutata in base allo spazio a disposizione: alcune perenni possono diventare, infatti, anche molto alte.
Tra queste ultime suggeriamo il pittosforum nano (estremamente scenografico e con poche pretese di luce), tutte le piante grasse, il rosmarino, la lavanda e le piante verdi a cespuglio.

Il pergolato

Quando l’esposizione alla luce del sole risulta troppo prolungata e aggressiva, potrete installare sul terrazzo tende, pergolati e canneti che creeranno zone di semi-ombra.
Questo tipo di luce filtrata (a chiazze) non può essere equiparata a quella naturale, per cui sarà necessario individuare le piante giuste, ovvero quelle che amino la luce, ma non necessitino di molto calore, come le bulbose (giacinti, tulipani, gigli), le piante a foglia grande (aceri), camelie e ortensie.
Ancora meglio se deciderete di far crescere, sotto al pergolato, rampicanti (che sfrutteranno la struttura anche come sostegno di crescita) e arbusti a chioma libera.

Piante di poca manutenzione

piante poca manutenzione

Se non possedete il pollice verde, ma non volete comunque rinunciare alla bellezza di un terrazzo fiorito e ben curato, potreste pensare di coltivare piante che necessitino di cure minime: ne esistono di particolarmente resistenti agli sbalzi climatici, che non temono nè il caldo eccessivo, nè le temperature rigide e garantiscono risultati straordinari con il minimo impegno.
Ci riferiamo soprattutto alle petunie, ai gerani e alle begonie.
Tutte le piante grasse, per loro stessa natura, non temono caldo, nè siccità: alcune le dovrete innaffiare solo una volta al mese e potranno creare angoli davvero esotici.
Annoveriamo anche l’alisso (pianta coriacea che cresce anche nelle crepe dei muri), le cinerarie (con foglie grigiastre o argentee), alcune tappezzanti (il sedum, sempreverde che fiorisce a fine estate) e l’achillea, erbacea perenne a cespuglio, con foglie simili alla felce.

Piante a lunga fioritura

piante lunga fioritura

Se amate gli angoli colorati e fioriti, le piante a lunga fioritura potrebbero essere la specie a cui dare preferenza.
Sono piante che fioriscono tra primavera e autunno: le petunie (prima fioritura in aprile), la verbena, i gerani magenta e l’ibisco che, però, essendo una pianta asiatica, teme il freddo.
Se amate i colori vivaci, vi consigliamo di piantare le margherite americane, l’aubrieta, o la matthiola che già a marzo darà le prime, tipiche spighe rosse.
Anche la salvia selvatica, la lavanda e l’alisso garantiranno fioriture piuttosto prolungate.

Alberi da terrazzo

Va chiarito subito che tutti gli alberi possono essere coltivati in vaso: alcuni, però, crescendo, necessitano di affondare le radici nel terreno naturale, altri, invece, con le dovute precauzioni, riescono a crescere (seppur molto lentamente) anche in vaso: sono queste le tipologie che potrete coltivare su un terrazzo.
Il consiglio, in ogni caso, è di scegliere piante giovani, con crescita piuttosto lenta e, soprattutto, di procedere, ogni anno, ad un rinvaso completo per verificare lo stato di salute delle radici.
Sono perfetti per i terrazzi esposti a sud tutti gli alberi di agrumi e, in generale, gli alberi da frutto, possibilmente nani.
Se amate le fioriture, invece, potrete cercare alcune specie particolari di magnolia, oppure di mimosa.
Si adattano perfettamente alla crescita in vaso anche l’acero (alcune specie hanno piccole dimensioni, fusti sottili e chiome ricurve), le conifere nane (estremamente delicate), l’albizia o l’alloro, l’olivo e il pungitopo.

Rampicanti da terrazzo

rampicanti terrazzo

Le piante rampicanti, perenni o annuali, permettono di chiudere le pareti del terrazzo, realizzando sipari naturali meravigliosi.
Se posizionati correttamente e adeguatamente sostenuti, potranno lavorare anche molto velocemente; suggeriamo, comunque, trattamenti periodici per evitare che attraggano insetti ed animali indesiderati.
Il gelsomino è certamente una delle piante rampicanti migliori per la crescita in terrazzo: le sue molteplici varianti, più o meno fiorite, più o meno profumate, garantiscono ombra e colore da aprile fino a fine estate.
Molto diffusi e amati, per capacità di fioritura e appiglio, sono anche la bouganville, il glicine e la bignonia (l’uno a grappolo, l’altra a campanula).
Ancora più particolari i fiori della passiflora, capolavori di precisione geometrica, dalle sfumature blu-violacee.
Le rose, l’ipomea, il nasturzio e le ortensie rampicanti possono, a loro volta, risultare perfetti per terrazzi, grate e pergolati.
L’edera è la più rigogliosa e va gestita con cautela, mentre il caprifoglio e la vite americana sono piante molto laboriose, che producono fiori e bacche profumati e colorati.

Piante per luoghi ombreggiati

In generale, possiamo affermare che le piante che non necessitano di molta luce sono quelle contraddistinte da foglie carnose, morbide e grandi, la maggior parte delle erbe aromatiche e degli ortaggi.
Su un terrazzo all’ombra, dunque, potrete realizzare un piccolo orto pensile, coltivando prezzemolo, menta e coriandolo, ma anche rucola, spinaci e carote.
Se, invece, non volete rinunciare ai fiori, potrete optare per vasi di begonie, primule e ortensie.
Per gli amanti dei fiori meno conosciuti, suggeriamo la fucsia, pianta a campanula, di origini collinari e montagnose, che predilige ombra e fresco.

Lascia un commento