Piante aromatiche da giardino: come scegliere le piante giuste

Planeta SRL

Sei un amante del pollice verde e vorresti sapere come creare un piccolo orto negli esterni di casa con le erbe aromatiche?

Profumate e dotate di un grande impatto estetico, le piante aromatiche si prestano ad essere facilmente coltivate anche nel giardino di casa: non si tratta di erbe puramente profumate o capaci di risaltare la bellezza degli esterni, queste piante sono dotate anche di importanti proprietà nutrizionali. Cerchiamo di capirne di più sull’argomento.

A cosa servono le piante aromatiche da giardino e quali sono le più note?

A cosa servono le piante aromatiche?

Idee Giardino, A cosa servono le piante aromatiche

Le piante aromatiche, chiamate comunemente erbe aromatiche, rappresentano un vero piacere per l’olfatto e per il palato, senza trascurare il notevole impatto che possono dare a livello estetico se di particolare bellezza.

Non a caso sono le piante più preferite da chi ama il verde e possiede il pollice verde, anche perché possono essere facilmente coltivate in casa, sul balcone o all’esterno, magari in un piccolo orto.

Molte specie di piante aromatiche sono dotate persino di proprietà officinali e medicinali (pensiamo ad esempio alla menta), ne esistono tantissime specie e molte di queste sono in grado di risaltare i sapori della cucina mediterranea in modo inconfondibile.

Ma quali sono le principali specie e come possono essere usate?

Coltivare piante aromatiche in giardino: perché farlo?

Idee Giardino, Perché è bene coltivare delle piante aromatiche in giardino

Avere delle piante aromatiche in giardino significa unire l’utile e il dilettevole: la maggior parte di queste specie aromatiche infatti, caratterizzate da un sapore unico e inconfondibile, possono essere usate sia per insaporire le pietanze (primi piatti, secondi piatti e dolci), sia per fini ornamentali, proprio perché nella maggior parte dei casi sono dotate di un grande impatto estetico.

Coltivare le proprie piante aromatiche in giardino dove è presente una pavimentazione esterna significa disporre di varie tipologie di aromi tutto l’anno, considerando che queste piante sono molto resistenti e capaci di resistere alle alte temperature. Perché comprare le erbe aromatiche se con un po’ di impegno è possibile coltivarle nel proprio giardino?

Piante aromatiche da giardino: guida per sceglierle con cura in base alle caratteristiche

Idee Giardino, Piante aromatiche da giardino: guida per sceglierle con cura

Per coltivare le erbe aromatiche in giardino non occorrono particolari accorgimenti: queste piante da esterno devono essere curate e idratate in base alla specifica specie scelta, a tal riguardo può essere utile ricorrere ai consigli di un vivaio, anche in ordine al terriccio adeguato e ai prodotti che aiutano a tenere lontani gli insetti.

Se si dispone di uno spazio molto ampio vi è una grande possibilità di scelta: si potrebbero ad esempio creare delle aiuole dedicate alle erbe e alle spezie, suddivise in diverse porzioni del giardino. Per unire l’utile al dilettevole, e ottenere un giardino fiorito ed elegante, si potrebbe realizzare una sorta di spirale nello spazio esterno utilizzando le erbe aromatiche, collocando diverse varietà di piante in modo da ottenere un effetto utile e decorativo al contempo.

Nell’ottica della creazione dell’orto sinergico inoltre, si potrebbe pensare di disseminare le piante officinali ed aromatiche sparse nel giardino, mischiandole alle coltivazioni tradizionali.

Dove coltivare esattamente le erbe aromatiche e come consumarle? Si consiglia di tenerle a portata di mano, di curarle con attenzione e di tenerle idratate nella giusta quantità, anche in base alla stagione. Alcune tipologie di erbe aromatiche, come ad esempio la salvia e la menta, sono più buone se consumate fresche, mentre altre danno il meglio se essiccate, come ad esempio l’origano.

– Piante aromatiche resistenti al freddo

Idee Giardino, - piante aromatiche resistenti freddo

Le piante aromatiche resistenti al freddo sono una tipologia di pianta aromatica in grado di sopravvivere a temperature rigide e condizioni climatiche avverse, come il gelo, la neve e le gelate. La loro caratteristica principale è quella di riuscire ad adattarsi a terreni poveri e rocciosi grazie alle foglie spesse e resistenti.

Tra le piante aromatiche resistenti al freddo più diffuse troviamo il rosmarino, la salvia, il timo, la lavanda e l’origano. Nonostante ciò, però, esistono tantissime altre tipologie di piante aromatiche resistenti al freddo, a seconda della zona climatica in cui si vive.

– Erbe aromatiche tropicali

Idee Giardino, - erbe aromatiche tropicali

Le piante aromatiche tropicali sono una tipologia di pianta aromatica che cresce in climi tropicali e subtropicali dove la temperatura è particolarmente alta. Esse hanno foglie verdi lucenti e spesso vengono utilizzate in cucina per dare sapore e aroma a piatti e cibi.

Tra le erbe aromatiche tropicali più comuni troviamo il basilico, la menta, la citronella, il coriandolo, lo zenzero e il cipollotto.

Le erbe aromatiche tropicali sono molto versatili e possono essere utilizzate in molti modi diversi, sia fresche che essiccate. Possono essere utilizzate per aromatizzare piatti salati e dolci, per preparare bevande e tisane, ma anche per scopi medicinali e cosmetici.

– Piante aromatiche rampicanti

Idee Giardino, - piante aromatiche rampicanti

Le piante aromatiche rampicanti sono piante che crescono verticalmente e si arrampicano lungo pareti, recinzioni o qualsiasi altro supporto. Hanno la caratteristica di produrre fiori visti e particolarmente profumati che, spesso, sono molto apprezzati nella progettazione dei giardini.

Queste piante, infatti, possono essere utilizzate per decorare giardini, balconi e terrazzi, ma anche per creare zone d’ombra e frescura durante l’estate.

Le piante aromatiche rampicanti più diffuse sono il gelsomino, il caprifoglio, la passiflora, il kiwi e la bouganvillea.

Quali sono le principali tipologie di piante aromatiche?

Esistono tantissime varietà di piante aromatiche, ma ognuna di esse ha caratteristiche differenti l’una dall’altra.

Scegliere le piante aromatiche per il proprio giardino non è una cosa facile perchè vi sono tantissime tipologie tra cui poter selezionare ciò che serve al tuo angolo verde di paradiso. Ecco, dunque, il motivo per cui è fondamentale conoscere a fondo le piante aromatiche scoprendo così quali sono le possibili scelte da portare avanti.

Qua sotto finalmente scoprirai con chiarezza quali sono le piante aromatiche più diffuse, a partire dalle piante aromatiche perenni fino ad arrivare alle piante aromatiche ornamentali.

– Piante aromatiche perenni

Idee Giardino, - Erbe aromatiche perenni

La maggior parte delle erbe aromatiche sono delle colture perenni: questo significa che una volta piantate restano nel tempo, dopo averle coltivate nel giardino si otteneranno dei cespugli aromatici da utilizzare in qualsiasi momento, per insaporire primi e secondi piatti.

Le piante aromatiche perenni sono davvero molto vaste, le più note sono le seguenti: la salvia, il timo e il rosmarino. Queste piante restano sempreverdi e sono in grado di resistere a lungo nel tempo, anche nei mesi più freddi.

Altre tipologie di piante aromatiche, come ad esempio la menta o l’erba cipollina, sembrano essere poco resistenti al freddo, ma si tratta di una semplice apparenza: nei mesi più freddi si dissecca soltanto la parte aerea, ma con l’avvicinarsi della primavera e del caldo rinascono come araba fenice.

– Erbe aromatiche in vaso

Idee Giardino, - Piante aromatiche in vaso

Chi possiede un piccolo spazio esterno alla casa, non necessariamente un giardino ma anche un balcone, potrebbe pensare di realizzare un piccolo orto aromatico in casa, utilizzando un semplice vaso, magari coltivando delle piante perenni da balcone.

Si tratta di un’idea intelligente che permette di risparmiare non poco sull’acquisto delle erbe aromatiche: in questo modo con un minimo impegno puoi coltivare facilmente il basilico, il rosmarino (che tra l’altro è una pianta perenne e ornamentale), e la menta, caratterizzata da un profumo ineguagliabile e da un’aroma capace di esaltare molti piatti della cucina italiana (senza trascurare le sue proprietà benefiche).

– Piante aromatiche ornamentali

Un bel giardino non può prescindere dall’uso delle piante aromatiche ornamentali. Si tratta di specie capaci di valorizzare, e non poco, qualsiasi ambiente esterno.

Siamo spesso abituati a coltivare le piante per un semplice tornaconto, nel caso delle erbe aromatiche le coltiviamo per godere del loro profumo e impreziosire i nostri piatti con il loro sapore inconfondibile, perdendo spesso di vista le loro capacità ornamentali: la bellezza del fogliame e delle loro fioriture. In molti casi le piante aromatiche, che rappresentano anche quelle più coltivate, diventano eleganti elementi decorativi, anche grazie alle loro importanti caratteristiche: facilità di coltivazione, profumazione e fioriture bellissime.

Dunque perché non coltivarle nell’aiuola del giardino per abbellirlo con la loro bellezza?

Si può decidere di coltivarle separatamente o mescolarle ad altre piante da giardino, l’effetto sarà comunque molto elegante.

Piante aromatiche ornamentali: ecco le più famose e diffuse

Le piante aromatiche ornamentali sono incantevoli da guardare e ottime per insaporire i cibi, consentono di creare composizioni floreali davvero di grande impatto estetico, le più belle sono sicuramente le seguenti:

– la borragine: coltivabile tutto l’anno e utilizzabile anche in cucina
– l’origano dictamo: capace di migliorare la digestione e rafforzare il sistema immunitario
– l’origano aureo: di grande bellezza, con foglie ovali tendenti al dorato e fiori color rosa porpora
– la salvia sclarea: caratterizzata da fiori profumati che variano dal bianco al rosa
– la salvia Ananas: con fiori di color rosso acceso
– il cappero: dotato di stami lunghi, sottili e di color rosa intenso

Queste piante aromatiche si possono utilizzare anche in cucina, non solo per scopi ornamentali. Tra le ulteriori specie degne di nota figurano anche l’alkekengi rosso e giallo (molto affascinante e suggestiva a scopi ornamentali), la monarda didyma (di colore rosso, molto conosciuta con il nome di ”fiore di Bergamotto”), la santoreggia tappezzante, caratterizzata da una fioritura molto abbandonante e da un intenso profumo (usata spesso in sostituzione del rosmarino e del timo).

Lascia un commento