Agastache Anisata (pianta perenne): cos’è e perché utilizzarla per il giardino verticale

DiPlaneta SRL

Agastache Anisata (pianta perenne): cos’è e perché utilizzarla per il giardino verticale

L’Agastache Anisata è una pianta perenne che forma un cespuglio molto vigoroso e forte, dalle foglie di color verde chiaro e dai fiori molto caratteristici a forma di cono allungato. Ha un bisogno medio di acqua e riesce a resitere facilmente alle escursioni termiche, infatti sopravvive tra i 10 gradi negativi e i 40 gradi, quindi per tutto l’anno nelle nostre normali condizioni climatiche.

E’ una pianta molto resistente, di solito non soggetta a particolari malattie e la sua cura è estremamente semplice: richiede solo una irrigazione media e la potatura una volta l’anno, indicativamente in autunno quando si completa il suo ciclo vegetativo, per eliminare la parte aerea che si sta seccando e rigermoglierà in primavera.

E’ la pianta ideale anche per chi non ha proprio il pollice verde! Non tutti sanno, poi, che si tratta di una pianta dalle proprietà curative, infatti fin dal passato viene utilizzata per la preparazione di tisane, infusi, decotti, lozioni, pomate, compresse con delle garze bagnate, per effettuare suffumigi e cataplasma (in quest’ultimo caso si riscalda a vapore l’erba medicinale e la si stende sulla parte dolente avvolta in un telo).

Le sue proprietà terapeutiche riconosciute riguardano la risoluzione dei problemi di stomaco e dell’intestino come aereofagia, nausea, infezioni batteriche e anche stati ansiogeni. Non ci si deve stupire neanche se viene utilizzata anche come ingrediente della cucina, infatti le sue foglie hanno un sapore molto delicato, simile a quello dell’anice, perciò vengono utilizzate in pasticceria, per la preparazione di bevande e insalate, ma anche per accompagnare tagliate di carni bianche e rosse, formaggi a pasta molle e semi stagionati.

L’Agastache Anisata è una delle classiche piante ideali per la realizzazione dei giardini verticali. Si tratta di creazioni che stanno ottenendo davvero un grande successo negli ultimi periodi, sia nelle abitazioni private, sia nei locali pubblici e commerciali. Questo perchè non solo sono la soluzione migliore per creare degli angoli verdi anche in piccoli spazi, sia perchè permette di realizzare soluzioni creative davvero eleganti all’aperto o negli spazi chiusi.

A volte sono delle vere e proprie opere d’arte espressione della fusione di natura e tecnologia moderna. Non è necessario rivolgersi necessariamente a dei professioni, a volte davvero costosi, per realizzare un giardino verticale sul proprio balcone, basta acquistare gli appositi kit ormai disponibili in tutti i centri di giardinaggio e bricolage e seguire una serie di semplici e utili consigli. Primo fra tutti, la scelta delle giuste piante, quelle più resistenti e facili da gestire nel tempo.

L’Agastache Anisata è proprio una fra queste. Anche esteticamente è perfetta, sia per le sue foglie dal caratteristico colore verde chiaro brillante, sia per i suoi fiori conici e violacei che creano un vero tocco di colore e vivacità. Per creare un giardino verticale che sia d’invidia, poi, è necessario scegliere delle piante in grado di svilupparsi rapidamente e in modo continuo.

Sì perchè non c’è niente di più brutto che vedere una distesa verde non continua e completa, ma con spazi vuoti che permettono di vedere il pannello sottostante. L’Agastache non genera sicuramente problemi di questo tipo perchè, una volta piantate le piantine a pochi centimetri di distanza l’una della dall’altra, crescono e letteralmente si “diffondono” in tutti gli spazi vuoti creando un vero e proprio letto verde. La continuità del suo fogliame, poi, le permette anche di svolgere un importante ruolo di isolante acustico, da non sottovalutare, soprattutto per chi vive nelle nostre rumorose città, oltre che termico.

Altra cosa da non dimenticare: è una pianta perenne, perciò in grado di vivere e sopravvivere per tutto l’anno, sia durante i rigidi inverni, sia con il caldo dell’estate. Questo non ci costringe a trovare delle piante alternative durante l’alternarsi delle diverse stagioni nel corso dell’anno. Altro aspetto che non deve assolutamente essere dimenticato è l’ingombro.

Le piante di un giardino verticale non possono essere troppo grandi, altrimenti andrebbero a occupare troppo spazio e non sarebbero neanche in grado di sostenersi nel tempo. L’altezza raggiunta dall’Agastache Anisata è, da questo punto di vista, quella ideale. Dati i suoi molteplici usi culinari e terapeutici, quale soddisfazione, poi, uscire sul vostro terrazzo per raccogliere delle foglie da utilizzare per preparare te, infusi o dolci!

Info sull'autore

Planeta SRL administrator

Planeta nel mondo

Catania

Contrada Primosole S.S.194

+39‎‎393 89 96 086

roma-sede-planeta

Bucharest

Street Gen. Berthelot, 27

+40722151300

roma-sede-planeta

Sao Paulo

Rua P.O. Carvalho de Barros, 65

5511993366050

roma-sede-planeta

Los Angeles

6419 Orange Street

+13108668553

roma-sede-planeta

Miami

244 Biscayne BLVD, Suite 3302

+13058421706

roma-sede-planeta

Kuwait City

Coming soon

Coming soon

roma-sede-planeta
css.php
Whatsapp