Le griglie per rampicanti sono uno degli strumenti che, per il vostro giardino, sono fondamentali grazie al fatto che, mediante l’utilzzo di questo strumento, si potranno ottenere diversi obiettivi finali di grande qualità. Ecco a cosa servono le svariate tipologie di griglie per il vostro giardino e come realizzarle.

Cosa sono le griglie per rampicanti

Le griglie per rampicanti sono uno strumento che sarà in grado di dare un tocco di stile al vostro giardino e che, allo stesso tempo, consentono di raggiungere degli obiettivi abbastanza piacevoli in linea con la propria voglia di dare un tocco di classe al giardino.

Queste griglie sono dei reticolati, generalmente realizzati in legno di media qualità, che vanno installati sul muro che, nella maggior parte dei casi, viene realizzato per dividere due proprietà confinanti. Stesso discorso se si decide di sfruttare queste costruzioni sul balcone di casa propria: in questo caso le griglie vengono messe per stabilire meglio i confini tra due proprietà, nonché per garantire un certo livello di privacy coi vicini.

Pertanto questo particolare tipo di strumento rappresenta una soluzione ottimale e in grado di far fronte a diverse esigenze.

A cosa servono le griglie per rampicanti

Ma solamente per dare un tocco di classe e per garantire la propria privacy queste particolari strutture possono essere sfruttate? Al contrario di quanto si possa immaginare, questo strumento è abbastanza utile anche per far crescere, in maniera corretta e ben precisa, le proprie piante nel giardino di casa o nel balcone. Queste griglie, infatti, hanno lo scopo di bloccare lo sviluppo non corretto delle stesse piante, le quali potranno invece sfruttare la struttura stessa per crescere in modo corretto. Le piante rampicanti, infatti, tenderanno a unirsi sempre di più alle griglie che vengono installate sul giardino o balcone, sfruttando questa costruzione per svilupparsi, passando attraverso le svariate fessure che caratterizzano le stesse griglie.

Occorre quindi sottolineare come queste permettano anche di evitare che le stesse piante possano crescere in modo poco corretto, per esempio andando a intaccare una zona del giardino che invece deve essere completamente dedicata ad altre piante o comunque creando un disturbo tale da impedire di poter sfruttare al meglio la propria area verde.

Si tratta dunque di una struttura dalla doppia funzionalità che permette di avere un giardino perfetto privo di ogni genere di imprecisione, che potrebbe essere tutt’altro che piacevole da vedere.

Di conseguenza, grazie a questo particolare tipo di dettaglio, potrete avere un giardino privo di piante che potrebbero lentamente essere tutt’altro che piacevoli da vedere e soprattutto che crescono in maniera incontrollata, costringendovi ad adottare delle soluzioni che potrebbero essere abbastanza drastiche, come rimuovere completamente le piante rampicanti stesse.

Ora che sappiamo di cosa si tratta questo genere di struttura occorre necessariamente capire come procedere per fare in modo che la stessa possa essere sfruttata nel migliore dei modi, ovvero come costruirla.

Come realizzare le griglie per rampicanti

Le griglie per rampicanti possono essere costruite con due materiali completamente differenti tra di loro, ovvero ferro oppure legno e in entrambi i casi è possibile conseguire un ottimo risultato a patto che la fase di costruzione venga realizzata in maniera attenta e precisa, senza tralasciare alcun dettaglio.

Per quanto riguarda la realizzazione col legno, le griglie devono essere costruite partendo dalla cornice, sfruttando delle assi che devono essere inchiodate tra di loro formando un quadrato o rettangolo.

Successivamente, una volta che si uniscono i primi due lati, occorre inserire la griglia oppure costruirla con dei piccoli listelli in legno,, che devono essere fissati tra di loro e al bordo utilizzando una colla a presa rapida e resistente agli agenti atmosferici.

In questo modo sarà possibile evitare delle complicazioni una volta che la griglia viene messa in giardino e iniziano le stagioni fredde.

Per quanto riguarda la realizzazione col ferro, occorre sfruttare quello che possiede una resistenza media, ovvero un ferro che sia di qualità buona ma che, allo stesso tempo, non sia troppo pieno ovvero pesante.

In questo caso occorre saldare le diverse parti che andranno a comporre la griglia, partendo ovviamente dalla cornice in modo tale che tutte le restanti parti possano essere unite alla stessa.

Anche in questo frangente occorre semplicemente cercare di prestare il massimo livello d’attenzione, prevenendo alla griglia di essere poco larga e funzionale.

Dopo che la griglia viene realizzata questa deve essere messa nel muro oppure ai lati del balcone in modo tale che si possano separare le proprietà e successivamente sarà opportuno mettere la pianta rampicante in vicinanza della griglia, in modo tale che la stessa pianta possa iniziare a svilupparsi.

Grazie a tutti questi accorgimenti sarà dunque possibile avere un giardino nel quale sono presenti le diverse piante e allo stesso tempo di potrà avere la certezza del fatto che le stesse possano crescere in modo corretto senza alcuna imprecisione.