Parete verde: design per la tua casa

Nell’articolo odierno non tratteremo di giardini zen o giardini pensili, bensì tratteremo un tema leggermente differente riguardante l’interno della casa.

Cosa si intende per parete verde?

Per parete verde si intende la copertura verde di una superficie verticale, sia essa interna o esterna agli edifici. Viene definita anche Green Wall o giardino verticale, non è altro che una parete a cui vengono fissate piante e fiori di vario tipo.

A volte presenta anche un sistema di irrigazione che permette alle piante di crescere ed essere sempre rigogliose. L’inverdimento verticale viene spesso utilizzato in contesti urbani per creare un angolo naturale all’interno della città.

Parete VerdeOltre ad apparire esteticamente gradevole, il giardino verticale svolge un’azione molto importante nel controllo delle temperature. Si è visto infatti che dove è presente una parete verde, l’efficienza energetica dell’edificio risulta migliorata: in estate la temperatura della casa risulta più bassa, mentre in inverno la dispersione all’esterno è minore.

Un’altra funzione fondamentale del green wall è la capacità di filtrare l’aria: le piante infatti sono in grado di purificare l’atmosfera dalle particelle sottili e dalle sostanze inquinanti, che diversamente verrebbero respirate dall’uomo.

Come creare i tuoi spazi verdi per interni ed esterni della casa

Creare spazi verdi ormai è alla portata di tutti, che siano essi all’interno o all’esterno dell’edificio. Non occorre infatti avere a disposizione tanto spazio, ma basta un semplice angolino per realizzare il proprio spazio verde.

Non è necessario nemmeno avere una grande cifra da investire: sul mercato si possono trovare tantissime soluzioni, adatte a tutte le tasche ed esigenze.

Per esempio, da Ikea è possibile trovare intere linee per creare il proprio spazio verde all’aperto, ma anche soluzioni innovative che permettono di avere una parete verde anche all’interno della propria casa, per chi non ha la fortuna di avere un’area esterna da adibire a zona verde.

I benefici della parete verde: il tuo angolo verde anche in città

il contatto con la natura apporta innumerevoli benefici alla mente umana.

Il verde è infatti in grado di rilassarci, per permetterci di ricaricare le batterie. Riuscire a creare il proprio angolo verde anche in mezzo alla città è molto importante.

Studi scientifici dimostrano come avere uno spazio verde a disposizione aumenti il benessere psicofisico, donando una sensazione di calma e riducendo lo stress.

Inoltre nelle città i livelli di smog sono ormai altissimi, avere un angolo verde, permette di purificare l’ambiente e respirare aria più pulita.

Il muro verde si rivela utilissimo anche a livello acustico, una parete verde infatti è in grado di assorbire e attutire i rumori di ciò che ci circonda: questo potrebbe riverlarsi utile negli edifici adibiti a luoghi di lavoro o in spazi open space.

Dal punto di vista della sostenibilità ambientale, si è visto che le pareti verdi verticali rendono più efficiente l’isolamento termico, andando così a ridurre il consumo energetico di un edificio tramite una scelta coscienziosa di una gamma di piante da interno.

Struttura, fissaggio e customizzazione della tua parete verde

Esistono strutture per parete verde composte da diversi materiali.

Anche il fissaggio può essere di due tipi: da fissare al muro oppure a terra.

Le pareti verdi possono essere personalizzate a seconda della dimensione necessaria. Per chi non vuole darsi al fai da te, esistono aziende specializzate in grado di progettare, creare e installare soluzioni customizzate per ogni esigenza.

Manutenzione parete verde

Un aspetto fondamentale da tenere in considerazione è la manutenzione del green wall.

L’irrigazione è importantissima, per questo molte pareti sono già dotate di un sistema automatizzato. Solitamente, consiste in un serbatoio posto alla base della parete, in una pompa per irradiare l’acqua lungo tutto il muro e in un tubo per irrigare posto nella parte superiore.

L’intera struttura per l’irrigazione verrà poi coperta dalle piante scelte, in modo tale che il tutto appaia esteticamente più piacevole. La manutenzione che richiede una parete verde è minima: basterà togliere le foglie secche per preservare la bellezza del vostro muro verde e potare di tanto in tanto le piante.

Quali tipi di piante scegliere

RampicantiNon tutte le piante sono adatte per creare una parete verde. Le più consigliate sono sicuramente le rampicanti, le felci e le sempreverdi, che hanno molta resa estetica e non richiedono cure eccessive.

Si può anche optare per un orto verticale, scegliendo piante da frutta o verdure: le più consigliate sono pomodori, patate e peperoni ma anche frutti di bosco/fragole.

Per creare un green wall si prestano benissimo anche le erbe aromatiche: esteticamente gradevoli e profumate, oltre ad essere utili in cucina, molte sono anche in grado di allontanare in maniera naturale diversi tipi di insetti indesiderati.

Le piante stabilizzate

Per chi desidera un angolino verde ma ha il pollice nero, la soluzione migliore potrebbe essere optare per delle piante stabilizzate. Si tratta di piante o fiori che vengono sottoposti ad un processo di stabilizzazione, dove la linfa viene sostituita con una sostanza a base di glicerina in grado di preservare la pianta e renderla sempre perfetta.

Le piante stabilizzate sono molto comode perchè non necessitano di essere irrigate, non hanno bisogno di luce, né tantomeno di concime o fertilizzanti.

Il loro aspetto rimane pressochè invariato nel tempo e non subisce variazioni in base al clima. Hanno una funzione prettamente estetica e la loro vita media è di circa 10 anni. Per preservarle al meglio sarà sufficiente non metterle a contatto diretto con termosifoni o fonti di calore, non bagnarle o pulirle con acqua.

Progettazione e costi

Online si trovano molte aziende specializzate nella realizzazione di pareti verdi, sia da esterno sia da interno. Il costo solitamente si aggira intorno ai 300 € per metro quadrato, a cui bisogna aggiungere il costo della consulenza dell’architetto paesaggista e la manutenzione della zona verde.
Tuttavia, è possibile creare uno spazio verde anche con soluzioni più economiche, optando per il fai da te. Esistono in vendita dei pannelli di feltro, composti da tasche in cui vengono alloggiate le piante. Altra soluzione semplice da replicare è quella di utilizzare il pallet: le pedane in legno che di solito vengono impiegate nei magazzini si adattano bene a fare da struttura per uno spazio verde.

Sarà sufficiente fissare il pallet al muro e alloggiarvi le piante prescelte.
Per chi ha poco spazio esistono i quadri vegetali, delle vere e proprie opere d’arte composte da piante da appendere comodamente alla parete.

Come realizzare una parete verde per gli interni di casa

Quando non si ha a disposizione uno spazio esterno o un balcone, si può benissimo creare la propria zona verde anche internamente. Creare una zona verde può essere un buon modo per dividere gli ambienti oppure per creare un ingresso diverso dal solito e d’impatto; è consigliato l’aiuto di un interior designer.

Come e dove realizzare la tua parete verde in casa

Il giardino verticale può essere applicato su qualsiasi parete. Solitamente è composto da una struttura autoportante, così da non rimanere direttamente attaccato al muro.

Ciò permette di preservare la parete, senza rovinarla e consente il ricircolo dell’aria, evitando la formazione di muffa o macchie d’umidità.
Per scegliere dove collocare la parete verde è necessario considerare l’illuminazione della stanza; le piante, infatti, avranno bisogno di luce per poter sopravvivere. La collocazione migliore è quindi vicino a una finestra.

Laddove non fosse disponibile una fonte di luce naturale, la corretta illuminazione si può ricreare con delle lampade artificiali che simulano lo spettro solare, poste alla base della parete verde e rivolte verso le piante.

Altro consiglio molto utile è quello di installare il muro verde su di una parete bianca, in quanto il bianco è in grado di riflettere i raggi solari.

Non rinunciare al verde anche con poco spazio

Vasi SospesiConsiderati gli effetti positivi che le piante hanno sul nostro stato d’animo, è bene non rinunciare al verde in casa. In commercio esistono soluzioni perfette per chi ha poco spazio da dedicare alla zona verde.

Un buon alleato possono essere i vasi sospesi.

Basterà appendere i vasi al bastone delle tende per riempire di natura la stanza.
Per sfruttare invece gli spazi in altezza, si possono utilizzare delle bacheche su cui lasciar crescere le rampicanti, per dare subito un tocco più selvaggio.

Non è detto che la zona verde debba essere fissa, si può anche optare per un carrellino con ruote da riempire con vasi: facile da spostare all’occorrenza.
Per chi vorrebbe rinverdire una zona della casa, ma non ha il tempo o la voglia di occuparsi delle piante, si può optare anche per del verde artificiale.

Crea il tuo quadro vegetale

Quadro vegetaleLa soluzione più innovativa e veloce per personalizzare l’interno della propria casa, soprattutto per chi ha poco spazio e poca manualità, è acquistare un quadro vegetale già pronto.

Online si trovano diverse aziende che realizzano quadri vegetali personalizzati.

Si tratta di pannelli a cui vengono applicati piante, muschi o licheni. In commercio esistono vari tipi di quadri vegetali che a seconda della scelta possono essere composti da piante vere, stabilizzate oppure artificiali.

Questi quadri sono interamente personalizzabili per forma, grandezza e colore. In pochi attimi sono in grado di abbellire una parete spoglia e cambiare totalmente l’aspetto di una stanza.

Per i quadri composti da piante naturali sarà sufficiente bagnarli e potarli delicatamente di tanto in tanto, mentre per quelli artificiali basterà spolverarli.

Lascia un commento