Verde in terrazza? ecco alcune idee per il tuo giardino sul tetto

DiPlaneta SRL

Verde in terrazza? ecco alcune idee per il tuo giardino sul tetto

Gli incentivi statali 2018 permetteranno di detrarre le spese che sosterrai per il recupero di spazi verdi, quindi che ne dici di trasformare la tua terrazza in un giardino bello e accogliente dove rilassarti o ricevere i tuoi ospiti?

In questo articolo troverai alcune idee molto utili per rinnovare la terrazza:

  • Stile Country: fai largo a piante sempreverdi per creare la tipica atmosfera campagnola e se il tuo terrazzo lo permette aggiungi qualche albero di piccole dimensioni come il nocciolo, l’acero, la betulla o il Prunus. L’arredamento sarà invece costituito da mobili in legno semplice, decorati con complementi e cuscini da motivi provenzali o shabby chic;
  • Stile Giungla Urbana: anche se vivi in città, puoi trasformare il tuo piccolo spazio verde in una foresta tropicale con pareti dai colori vivaci e piante come la Yucca, la Melia, l’Alocasia e L’Aspidistra.
  • Gioco di Trame: il gioco di trame può essere creato da piante collocate in vasi e contenitori provvisti di grate, l’importante è che siano alti e consentano alla vegetazione di arrampicarsi in verticale. Per evitare spiacevoli discussioni con i vicini casa, meglio optare per piante dalle radici poco invadenti come il gelsomino cinese o le rose, che necessitano però di una potatura all’anno e della raccolta periodica del fogliame caduto. L’edera o la vite americana sono infatti causa di infiltrazioni d’acqua o danni all’intonaco.
  • Stile Orientale: potrai volare in terre esotiche pur rimanendo a casa, bastano solo delle statue ispirate alla cultura asiatica come Buddha oppure arredamenti in stile zen che invitano alla meditazione. Puoi sfruttare l’attitudine rampicante di alcune piante come la yucca o il bambù, che difenderanno la tua privacy da occhi indiscreti.

Una valida alternativa ai classici vasi in terracotta appoggiati a terra possono essere delle strutture che permettono di lasciarli sospesi dall’alto, creando così un ambiente totalmente rinnovato. Per un effetto otticamente più ampio, si possono scegliere vasi dello stesso colore ma di diverse altezze e misure. Se vuoi catturare ancora di più l’attenzione sui fiori e sulle piante, i colori vivaci si riveleranno degli ottimi alleati.

Vantaggi Di Un Giardino Sulla Terrazza

Il giardino su una terrazza è portatore di aree verdi anche in centro città e di altri vantaggi, tra cui:

  • Isolamento termico e acustico;
  • Ottimizzazione degli spazi inutilizzati;
  • Aumento del valore della casa;
  • Riduzione dell’anidride carbonica urbana;
  • Potenziamento della struttura sulla quale si trova.

Manutenzione Del Giardino Sul Tetto

Quando hai un giardino sul tetto, devi avere molta cura delle piante e far sì che crescano in salute. Durante i primi mesi vanno irrigate 2-3 volte la settimana, poi una o due volte ogni 15 giorni. In caso di dubbio rivolgiti a un giardiniere, il quale ti spiegherà le esigenze di ogni singolo componente del tuo spazio verde. È altrettanto importante un costante controllo dell’impermeabilizzazione e del drenaggio per evitare infiltrazioni e danni all’edificio.

Come Creare Il Tuo Giardino Sul Tetto

Una volta stabilito lo stile, puoi procedere alla creazione della tua oasi verde privata, ma avrai bisogno di qualche accorgimento. Sarà innanzitutto necessario ottenere il permesso di costruire al Comune di residenza, anche con una semplice DIA (Dichiarazione di Inizio Attività), in quanto l’opera è un intervento di ristrutturazione edilizia destinato a variare la destinazione d’uso, il volume, la sagoma, la superficie e la forma. Al fine di ridurre al massimo l’incombere di piogge e affini, è consigliabile programmare l’inizio dei lavori durante l’estate, diversamente si possono limitare con dei tetti provvisori.

Successivamente bisogna pensare ad altri aspetti, ossia:

  • Materiali Da Usare: per ottenere un effetto armonico, meglio sceglierli armonici e abbinati fra loro;
  • Isolamento Termico: è fondamentale quando sotto la terrazza sono presenti delle camere abitate, poichè riducono lo scambio di temperatura. Gli isolanti termici possono essere pannelli di polistirolo spessi 3-4 cm da collocare sotto lo strato di impermeabilizzazione, ma possono cambiare in base alle capacità termiche e alle dimensioni dell’area;
  • Impermeabilizzazione: è di vitale importanza perchè protegge i piani inferiori dalle infiltrazioni d’acqua, che possono essere dovute dagli sbalzi di temperatura/piogge oppure dall’innaffiamento regolare delle piante. Per avere un’impermeabilizzazione perfetta utilizza dei manti sintetici composti da una serie di teli in fibra di vetro bitumata sovrapposti fra loro;
  • Pavimento: per i materiali del pavimento della tua terrazza non hai che l’imbarazzo della scelta tra lastre in pietra, in gres porcellanato, in cemento o in legno da esterni, tutti capaci di resistere alle intemperie. Quelle in pietra o gres porcellanato sono più pesanti di quelle in ceramica ma facilmente lavabili. Le lastre in cemento sono facili da posare, resistenti, economiche e velocemente rimovibili qualora cambiassi idea. Inoltre puoi posizionarle su un vecchio pavimento pre esistente; Per quanto riguarda il pavimento in legno da esterni, ha il grande vantaggio di non surriscaldarsi con il calore del sole perchè trattato con prodotti appositi.
  • Illuminazione: un buon impianto di illuminazione saprà farti vivere la terrazza anche nelle ore buie della giornata. Scegli dunque delle belle lampade, proprio come se stessi arredando un ambiente interno della tua casa.
  • Parapetto: per usufruire dei benefici statali, devi attenerti a delle regole ben precise, secondo le quali un parapetto deve avere un’altezza minima di 100 cm e non permettere l’attraversamento di una sfera del diametro di 10 cm. I parapetti possono essere in muratura, in legno, in pietra naturale/artificiale o in ringhiere metalliche.
  • Bonus Verde 2018

Dal 1° Gennaio 2018, se sostieni delle spese di sistemazione del verde o di recupero del verde storico, potrai usufruire di una detrazione fiscale IRPEF pari al 36% fino ad una spesa massima di 5000 Euro. Per poter scaricare quanto speso dalle tasse, dovrai effettuare i pagamenti tramite bonifico parlante e dividere la somma totale in 10 quote annue uguali. Inoltre il bonus verde non è sulle persone ma sulla casa, quindi se possiedi più immobili puoi sommare i costi di tutti gli interventi.

Chi Può Usufruire del Bonus Verde2018

Il bonus verde 2018 spetta sia ai condomini che ai privati che sosterranno le spese per riqualificare i prati, fornire piante/arbusti, sistemare giardini, balconi, terrazzi, trasformazione di un’area incolta in prati o aiuole.

Info sull'autore

Planeta SRL administrator

Planeta nel mondo

Catania

Contrada Primosole S.S.194

+393351370126

roma-sede-planeta

Bucharest

Street Gen. Berthelot, 27

+40722151300

roma-sede-planeta

Sao Paulo

Rua P.O. Carvalho de Barros, 65

5511993366050

roma-sede-planeta

Los Angeles

6419 Orange Street

+13108668553

roma-sede-planeta

Miami

244 Biscayne BLVD, Suite 3302

+13058421706

roma-sede-planeta

Kuwait City

Coming soon

Coming soon

roma-sede-planeta
Whatsapp