Come sistemare il giardino: 7 consigli utili per la manutenzione del giardino

DiPlaneta SRL

Come sistemare il giardino: 7 consigli utili per la manutenzione del giardino

Il giardino è una parte della casa molto importante e necessita delle giuste cure e di una attenzione costante per goderne al meglio. Sebbene ogni giardino ha le sue caratteristiche, ci sono 7 consigli utili, che tutti dovrebbero seguire.

1. Predisporre un programma di manutenzione ordinaria e fare sempre attenzione al terreno

Il primo consiglio è quello che gli agricoltori e vivaisti di professione ben sanno: bisogna sempre programmare gli interventi in anticipo.

Il giardino ha bisogno di una manutenzione ordinaria ed è bene avere a disposizione un calendario o una agendina, che ci ricordi cosa dobbiamo fare e soprattutto quando. Le piante e i lavori di giardinaggio si fanno seguendo le stagioni.

E’ bene anche tenere d’occhio le fasi lunari, specie quando si devono piantare determinati semi, ed essere ben informati sul tipo di piante e varietà che vivono nel giardino.

Tra Primavera ed inizio autunno si taglia il prato più frequentemente e nello periodo cambiano le esigenze idriche. E’ necessario innaffiare di più per vedere splendere il giardino anche nelle roventi giornate d’Agosto.

Una buona programmazione permette di avere un giardino sempre fiorito anche in Inverno. Ci sono numerosi fiori che sbocciano proprio in questo periodo e danno un tocco di colore nelle grigie mattinate autunnali. Rispettare il corretto ciclo di vita delle piante è essenziale. Conoscendo i periodi vegetativi e di fioritura, si possono pianificare altri interventi necessari alla pianta, come la preparazione del terreno e la protezione delle radici.

2. Fare periodicamente interventi al terreno (aratura, areggiatura, fogliame)

Il secondo consiglio riguarda proprio il terreno. Una pianta sana è quella che cresce in un buon terreno. Ciò comporta una serie di interventi che bisogna effettuare, primo fra tutti l’areggiatura da fare almeno due volte l’anno.

L’areggiatura ed il dissodare il terreno favoriscono la corretta ossigenazione ed idratazione delle piante e della terra. E’ una operazione che deve essere svolta prima di concimare la terra. Questa è un’altra operazione molto importante. I valori nutrizionali del terreno devono essere giusti. L’eccesso o la mancanza di minerali comporta l’apparizione di numerose malattie, che rischiano di uccidere le piante.

Un’altra operazione importante è quella di rimuovere il fogliame ed altre parti della pianta cadute. Inoltre è utile curare le piante, ad esempio alimentandole con del fitostimolante per piante.

3. Non risparmiare: acquistare prodotti di qualità

Spendere qualcosa in più a volte permette di risparmiare. Nel giardinaggio succede spesso che per risparmiare pochi euro, si corre il rischio di acquistare prodotti di scarsa qualità o inefficienti. In particolare i concimi a rilascio graduale permettono alla pianta di nutrirsi quando ne ha bisogno.

Al contempo un investimento come il compost permette di risparmiare sul concime, garantendo un fertilizzante di qualità, riciclato e naturale al 100%. L’investimento principale riguarda il sistema di irrigazione. Quando si progetta un giardino dovrebbe essere una delle componenti principali, ma se non presente ci sono numerosi soluzioni che si possono adottare. Permette di sfruttare meglio l’acqua e razionalizzarla in base alle reali necessità della pianta.

I sistemi più evoluti, anche domestici, permettono di utilizzare il sistema direttamente con una app dal proprio telefono cellulare, calcolando anche i consumi ed offrendo la possibilità di impostare piani di irrigazione.

Anche avvalersi di professionisti, che curino la realizzazione o interventi delicati come potature è una forma di investimento. Determinate operazioni necessitano di personale qualificato, capace di valorizzare lo spazio e di prendersi cura di alcuni particolari grazie alla loro esperienza.

4. Curare il terreno e lo spazio circostante

Molte persone prese dall’amore per le piante o dal piacere di svolgere una attività bellissima come il giardinaggio non pensano al risultato. E’ sempre buona norma riflettere prima di effettuare qualsiasi intervento. Il rischio è quello di ritrovarsi in un giardino pieno di piante dove non è possibile muoversi agevolmente, o di mettere specie vegetali che non convivono bene. Un altro aspetto riguarda le aree che destiniamo alle nostre attività.

E’ bene predisporre camminamenti e ricoprirli di ghiaia per evitare che i passanti rovinino il prato o calpestino zone appena seminate. Siepi ed aiuole sono ideali per delimitare i luoghi della natura dalle zone di relax.

Ciò presuppone anche di utilizzare i giusti fertilizzanti e di scegliere sempre piante che vivono bene in quel terreno e sopratutto in quel clima. Se non sussistono gli elementi per farle vivere nel giardino, è possibile dotarsi di una serra, anche piccola, dove far crescere a piacimento le varietà, che si preferiscono.

Anche quando si usano determinati prodotti bisogna informarsi bene circa le dosi e l modalità di somministrazione. Alcuni come i diserbati devono essere utilizzati in linea con quanto indicato o rischiano di seccare la pianta. Nel caso si concimi troppo il terreno, basterà sospendere la concimazione e permettere l’assorbimento, anche attraverso il lavaggio delle radici.

5. Prevenire è meglio che curare

Il quinto consiglio è quello che danno spesso i dentisti: prevenire è meglio che curare. Ciò non vale solo per gli esseri umani, ma anche per i vegetali e gli oggetti.

Bisogna osservare bene lo stato del giardino. A volte capita che questo spazio verde si presenti in ottimo stato, mentre agenti esterni stanno colpendo le piante. Questo consiglio permette di salvarle in tempo perché molte delle malattie dovute ad insetti o parassiti si evolvono gradualmente. Nella maggior parte dei casi è possibile recuperare la pianta senza troppi sforzi, ma sovente queste infestazioni rischiano di contagiare tutto il giardino.

6. Prendersi cura di tutto il giardino

Non bisogna lasciare niente al caso quando ci si occupa della manutenzione del giardino. Ciò non riguarda solo le piante, ma anche tutti i mobili e gli elementi architettonici.

Quindi è buona norma mettere in agenda già dalla progettazione giardino i lavori di manutenzione di eventuali accessori di arredamento per giardino come gazebo, tavoli e sdraio.

La maggior parte sono in legno e necessitano di essere pulite e verniciate con vernici protettive, che le proteggeranno dal sole estivo e dal freddo autunnale. Il periodo giusto è Primavera, quando si dovrebbe pensare anche alla pulizia delle fontane e dei pozzi, così da poter prevenire la formazione di alghe e muschio.

I giardini necessitano anche dei giusti macchinari come il tosaerba ed il diserbante. E’ meglio avere tutto a portata di mano, meglio se in un capanno o in un garage per averli sempre a disposizione quando sono necessari.

Gli strumenti devono essere puliti dopo ogni utilizzo, in particolare cesoie, zappe e vanghe. Il rischio non è solo che si arrugginiscono, ma che possono diventare anche vettori di trasmissione di batteri o funghi. Per pulirli bastano pochi prodotti di norma presenti in casa come il bicarbonato o del comune detersivo per piatti.

Anche gli elementi architettonici come statue o colonne necessitano di cura e manutenzione. Nel tempo si anneriscono o vengono ricoperti dalla vegetazione o dal muschio. Bisogna pulirle una volta all’anno per mantenere la pietra al suo stato naturale. La pulizia si può fare con prodotti ad hoc, ma in molti preferiscono rimedi naturali come acqua calda, aceto e decotti.

Un occhiata attenta deve essere data ai giochi per bambini o alle amache e panchine prima dell’inizio della bella stagione. L’Inverno mette a dura prova la resistenza di un giardino e per questioni di sicurezza è buona regola controllare il loro stato e provvedere a riparare eventuali danni o a sostituirle.

7. Rispettare la natura (e ringraziare!)

Rispettare la natura sembra scontato, ma non lo è. Alcune persone non la rispettano abbastanza e sebbene amino il loro giardino, non se ne prendono cura nella maniera adeguata. Alcuni lo riempiono di oggetti, che non permettono il giusto equilibrio degli spazi e soffocano lo spazio. L’arredamento da giardino è molto importante, ma non si deve dimenticare che ci si trova in un ambiente naturale.

Certe persone installano luci troppo luminose, che stressano le piante favorendo la crescita di muschi e licheni, pregiudicando anche la loro vitalità a causa della mancanza di buio, necessario per il processo di fotosintesi clorofilliana.

Il giardino è anche la casa di piccoli animali come gli uccelli, che risentono molto dell’impatto umano.

La presenza di arbusti con bacche ed altre piante favorisce la presenza di uccelli, che oltre ad allietare con il loro canto, si cibano di insetti, lumache ed altri parassiti che nuocciono alle piante. Sempre più persone stanno sperimentando modalità di manutenzione biodinamiche, con l’introduzione di piante ed insetti buoni che si nutrono di quelli che provocano le più comuni malattie.

Info sull'autore

Planeta SRL administrator

Planeta nel mondo

Catania

Contrada Primosole S.S.194

+39‎‎393 89 96 086

roma-sede-planeta

Bucharest

Street Gen. Berthelot, 27

+40722151300

roma-sede-planeta

Sao Paulo

Rua P.O. Carvalho de Barros, 65

5511993366050

roma-sede-planeta

Los Angeles

6419 Orange Street

+13108668553

roma-sede-planeta

Miami

244 Biscayne BLVD, Suite 3302

+13058421706

roma-sede-planeta

Kuwait City

Coming soon

Coming soon

roma-sede-planeta
css.php
Whatsapp